COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 82224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100
Torna a Prevenzione

Prevenzione e diagnosi precoce

Il tumore della mammella è una malattia in costante aumento. È uno dei tumori più comuni nella popolazione femminile ma, grazie all’aumentata sensibilità ai temi della prevenzione e al miglioramento delle terapie, è sempre più curabile, specialmente se diagnosticato in fase non avanzata.

In Humanitas pensiamo che la prevenzione sia la prima arma per sconfiggere il tumore al seno. Prevenzione e diagnosi precoce non sono sinonimi ma insieme sono potenti alleati contro il cancro. Autopalpazione del seno, insieme a visita senologica, esami di screening (mammografia e ecografia mammaria), e a un corretto stile di vita, aiutano la prevenzione e la diagnosi precoce.

Humanitas dispone di un team di specialisti dedicati, di un percorso diagnostico e di spazi definiti in cui è possibile effettuare tutti gli esami diagnostici necessari:

La Breast Unit di Humanitas ha ottenuto la riconferma della prestigiosa certificazione di qualità europea Eusoma (European Society of Breast Cancer Specialist), confermandosi un punto di riferimento altamente qualificato per la diagnosi e il trattamento del tumore della mammella. Per ottenere la certificazione Eusoma che contraddistingue l’eccellenza delle strutture senologiche, ogni anno, vengono verificati requisiti specifici e indicatori di qualità che vanno dal volume di attività, al percorso diagnostico-terapeutico, dalla malattia iniziale sino alla fase avanzata del tumore della mammella.

Per informazioni, prenotazioni e consulenze è possibile contattare la linea telefonica dedicata: 0282246252, attiva tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 12:00.


Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito dedicato, clicca qui.

Autopalpazione del seno

L’autopalpazione del seno è una manovra che permette alle donne di conoscere meglio il proprio seno, aiutandole a evidenziare la presenza di un eventuale nodulo, ma non si sostituisce agli esami di screening. In presenza di sintomi quali un nodulo, la retrazione del capezzolo o della pelle, rossore attorno al capezzolo, tumefazione ascellare, secrezioni dal capezzolo, o in caso di dubbi, è fondamentale rivolgersi al proprio medico o allo specialista.

Si suggerisce, in tutti i casi, di attenersi ai consigli del proprio medico curante.

Controlli periodici per età

Con un corretto stile di vita e un programma di controlli dedicati, è possibile ridurre il rischio di ammalarsi. 

30-39 anni di età

Anche in assenza di sintomi, si consiglia di rivolgersi a uno specialista per programmare i necessari controlli periodici (visita senologica ed ecografia mammaria), specialmente per le donne con familiarità per tumore mammario (mamma, sorella, zia o donne in famiglia che hanno avuto o hanno tumore al seno). 

Scarica qui la Guida per la prevenzione senologica 30-39 anni.

40-49 anni di età

A tutte le donne, specie in presenza di fattori di rischio (fumo, consumo di alcol, obesità, particolari ed elevati livelli di stress), in premenopausa e che fanno uso di terapia ormonale sostitutiva, si consiglia di rivolgersi a uno specialista per prenotare i controlli periodici (visita senologica ed ecografia mammaria), e a partire dai 45 anni di età, nel territorio di competenza di ATS Milano Città Metropolitana, anche la mammografia.

Scarica qui la Guida per la prevenzione senologica 40-49 anni.

50-75 anni di età

Durante la menopausa, il rischio di tumore al seno raddoppia rispetto alle età precedenti, e aumenta di un ulteriore 3% per ogni anno di ritardo della menopausa. A tutte le donne si consiglia di rivolgersi a uno specialista per prenotare la mammografia, che può essere annuale o effettuata ogni due anni, sulla base della valutazione del senologo.

Scarica qui la Guida per la prevenzione senologica 50-75 anni.

Esami di Screening

IRCCS Humanitas partecipa al programma istituzionale “Screening del tumore della mammella” attivato da ATS Milano Città Metropolitana. Il programma di screening ha come obiettivo la diagnosi precoce dei tumori della mammella ed è rivolto alle donne di età compresa fra i 45 e i 74 anni e residenti nel territorio di competenza dell’ATS Milano.

Il programma prevede l’esecuzione gratuita di una mammografia (un esame radiologico di semplice esecuzione) in grado di individuare tumori tanto piccoli da non essere ancora rilevabili con la visita senologica o con l’ecografia mammaria. 

Le donne sono invitate allo screening direttamente dall’ATS Milano Città Metropolitana per mezzo di una lettera. L’invito all’esame viene inviato con diversa cadenza a seconda della fascia di età: annuale fino ai 50 anni e, successivamente, ogni due anni. 

La lettura della mammografia viene affidata a due radiologi esperti che valutano ogni singolo esame. Qualora il test evidenzi la necessità di eseguire ulteriori approfondimenti, sarà cura di ATS contattare le pazienti da richiamare.

Per qualsiasi informazione circa il programma di screening, è possibile consultare qui la pagina dedicata del sito di ATS Milano Città Metropolitana.Centro Screening: è attivo un numero verde dedicato 800.940.007 , dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 12:30.

Stile di vita

Alcuni dei fattori che condizionano l’insorgenza del tumore al seno sono influenzati dalle abitudini personali. Il fumo di sigaretta attivo e passivo, e il consumo di alcol sono evidenti fattori di rischio per il tumore al seno. Fumare una sigaretta comporta l’inalazione di circa 4.000 sostanze tossiche, mentre consumare circa tre bicchieri di alcolici al giorno aumenta il rischio di cancro al seno del 50% rispetto a chi non consuma alcolici. Un’alimentazione non bilanciata e sana e il possibile e conseguente aumento del peso e del tessuto adiposo (il grasso), contribuisce alla produzione di ormoni estrogeni circolanti, in grado di aumentare così lo stimolo ormonale sulla ghiandola mammaria.

Al contrario, un esercizio fisico quotidiano e regolare, il controllo del peso, un’assunzione estremamente ridotta di alcol (soprattutto da evitare in adolescenza) sembrano essere collegati alla diminuzione del rischio di sviluppare la patologia. Per questo motivo è a disposizione una brochure dedicata alla salute di ogni donna.