COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Humanitas Research Hospital

Humanitas è un ospedale ad alta specializzazione, centro di Ricerca e sede di insegnamento universitario.
All’interno del policlinico, accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, si fondono centri specializzati per la cura dei tumori, delle malattie cardiovascolari, neurologiche ed ortopediche, oltre a un Centro Oculistico e a un Fertility Center.
Humanitas è inoltre dotato di un Pronto Soccorso EAS ad elevata specializzazione.

La Qualità della cura e dell’assistenza è il primo obiettivo di Humanitas, con l’intento di favorire un miglioramento continuo, a beneficio dei pazienti. Qualità significa anche capacità di analisi, per misurarci e migliorare in modo trasparente e innovativo, equilibrando efficacia clinica,
esperienza del paziente e sostenibilità.
Clicca qui per scoprire di più.

Centri

Dipartimenti e Unità Operative

Dipartimento Cardiovascolare

Direttore Prof. Gianluigi Condorelli

8 Unità Operative

Dipartimenti di Chirurgia Generale

Direttore Prof. Guido Torzilli

7 Unità Operative

Dipartimento di Area Cancer

Direttore Prof. Armando Santoro

5 Unità Operative

Chirurgie Specialistiche

4 Unità Operative

Dipartimento di Medicina Interna

Direttore Prof. Savino Bruno

7 Unità Operative

Dipartimento di Riabilitazione e Recupero Funzionale

Direttore Dott. Stefano Respizzi

4 Unità Operative

Dipartimento di Gastroenterologia

Direttore Prof. Alberto Carlo Piero Malesci

4 Unità Operative

Dipartimento di Area Neurologica

Direttore Michela Matteoli

5 Unità Operative

Dipartimento di Diagnostica per Immagini

Direttore Dott. Luca Balzarini

4 Unità Operative

Dipartimento di Ginecologia e Medicina della Riproduzione

Direttore Prof. Paolo Emanuele Levi-Setti

2 Unità Operative

Area Ortopedie

9 Unità Operative

Area Laboratori

2 Unità Operative

Humanitas News

Humanitas News

Patologie della colonna: il GPS guida in tempo reale la mano del chirurgo

Si parla di sistemi di navigazione chirurgica “real time” al Simposio sulla Navigazione avanzata in chirurgia spinale appena concluso presso Humanitas Neuro Center diretto dal dott. Maurizio Fornari. Il simposio è stata l’occasione per alcuni tra i massimi esperti al mondo di confrontarsi sulle tecnologie più innovative per il trattamento chirurgico delle patologie degenerative della colonna, i tumori midollari e intramidollari che colpiscono a ogni età, oltre a confermare la stretta collaborazione tra Humanitas Neuro Center e Burdenko National Center for Neurosurgery di Mosca, uno dei più importanti centri di neurochirurgia al mondo con oltre 9.000 interventi l’anno.
Il dott. Maurizio Fornari, il prof. Franco Servadei e Mehmet Zileli, hanno infatti ricevuto dal dott. Nikolay Aleksandrovich Konovalov, direttore del dipartimento di neurochirurgia del Burdenko National Center, uno speciale riconoscimento realizzato dall’Accademia delle Scienze russa per il 90°anniversario dell’invenzione di Feodor Serninenko del palloncino endovascolare che ha rivoluzionato la neurochirurgia.

Il dott. Maurizio Fornari riceve il premio dal dott. Konovalov

 

Cosa si intende per navigazione in chirurgia spinale?

«Per capire la navigazione in chirurgia basta pensare ai sistemi di navigazione GPS che usiamo alla guida dell’auto – dice il dott. Nikolay Aleksandrovich Konovalov. – Se il navigatore dell’auto può condurci a destinazione anche se le mappe non sono aggiornate, in chirurgia spinale sono necessarie mappe aggiornate in tempo reale sull’anatomia e patologia del paziente. Questo è possibile grazie alla navigazione chirurgica real time e ai sistemi di navigazione metabolica che, grazie a una speciale sostanza somministrata al paziente prima dell’intervento, illuminano i tessuti tumorali e permettono al chirurgo di vederli e di eliminarli completamente, riducendo al minimo le probabilità di “sbagliare strada” o rimuovere tessuto sano.

 

Il prof. Franco Servadei riceve il premio dal dott. Konovalov

 

Quali sono i benefici per il paziente?

Ci sono voluti anni di esperienza per arrivare a realizzare questi sistemi avanzati di navigazione per la chirurgia spinale – continua il direttore del Burdenko National Center for Neurosurgery di Mosca – ma oggi siamo in grado di ottenere massima precisione anche nell’inserimento di impianti, per esempio, evitando il rischio di compressione midollare e dei nervi periferici, e quindi di complicanze neurologiche quali debolezza muscolare, deficit motori e sensitivi, formicolii e lombalgia. Questo – conclude il dott. Konovalov – ha permesso anche di ridurre al minimo la necessità di rioperare il paziente nel caso in cui il tumore non sia stato rimosso completamente, oltre a permettere di arrivare direttamente al problema senza lesionare muscoli o nervi, e quindi favorire un recupero del paziente più rapido».

L'articolo Patologie della colonna: il GPS guida in tempo reale la mano del chirurgo sembra essere il primo su Humanitas News.

Humanitas News

Humanitas nuovo partner di IQVIA per la sperimentazione clinica

IQVIA, azienda leader nella sperimentazione clinica, ha scelto anche Humanitas per alcune nuove collaborazioni di ricerca. L’IRCCS Istituto Clinico Humanitas diretto dal porf. Alberto Mantovani è un ospedale ad alta specializzazione, punto di riferimento mondiale per la ricerca sulle malattie legate al sistema immunitario grazie anche all’Humanitas University, ateneo dedicato alle Life Sciences. All’interno del policlinico si fondono centri specializzati per la cura dei tumori, delle malattie cardiovascolari, neurologiche, ortopediche, autoimmuni e infiammatorie.

Humanitas tra le eccellenze italiane selezionate

L’istituto clinico di Rozzano (MI) è una delle uniche due istituzioni italiane selezionate per la prima volta da IQVIA, i cui ‘prime site’ sono rappresentati da un numero limitato di grandi centri clinici a livello mondiale, caratterizzati da un management sensibile alle tematiche della ricerca e motivate a incrementare la partecipazione a studi clinici. 

Attraverso questa partnership, che ha coinvolto anche l’IRCCS Fondazione Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, IQVIA aiuta l’accesso dei pazienti alle terapie più innovative. 

“Humanitas – spiega l’amministratore delegato Luciano Ravera – è riconosciuto come centro di eccellenza e di riferimento in Italia per la ricerca clinica, all’avanguardia nel portare nuove opportunità terapeutiche al letto dei pazienti anche grazie alla sua Phase I Unit. La collaborazione con IQVIA ci permette di sviluppare ulteriormente i nostri orizzonti di ricerca clinica, sia potenziando la pipe-line di studi in aree già per noi consolidate, come l’onco-ematologia e l’immunologia, sia coinvolgendo ulteriori aree cliniche”. 

Humanitas e il Policlinico di Milano si distinguono per l’eccellenza nella gestione della sperimentazione clinica offrendo ai loro pazienti le migliori terapie disponibili e seguendo i più elevati standard di qualità nazionali e internazionali. Per questo sono dei partner di eccellenza per lo sviluppo di farmaci innovativi e per la sperimentazione di nuove strategie terapeutiche.  

“La scelta di due eccellenze italiane, come il Policlinico di Milano e Humanitas, ha un’importanza fondamentale per il nostro Paese, in primo luogo per il sistema economico, perché l’innovazione in medicina significa lavori qualificati, stimolo ai giovani perché si avvicinino alla scienza e conseguente crescita economica,” ha dichiarato Sergio Liberatore, amministratore delegato di IQVIA Italia. “Inoltre, l’investimento in ricerca clinica rappresenta un vantaggio per l’intero sistema sanitario che beneficia delle risorse messe in campo dall’industria farmaceutica. L’accesso anticipato ai farmaci sperimentali, e il conseguente sviluppo di conoscenze sulla patologia studiata, sono spesso determinanti per il paziente. L’obiettivo comune è quello di ottenere dati affidabili e garantire farmaci innovativi ai pazienti il più presto possibile. Questo accordo rappresenta un’opportunità per migliorare l’accesso dei pazienti a nuove terapie”.

L'articolo Humanitas nuovo partner di IQVIA per la sperimentazione clinica sembra essere il primo su Humanitas News.

HUMANITAS Chi siamo
HUMANITAS Ricerca
HUMANITAS Università
HUMANITAS Pazienti internazionali