COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Enfisema polmonare


Che cos’è l’enfisema polmonare?

L’enfisema polmonare è una malattia respiratoria cronica e potenzialmente progressiva che provoca danni irreversibili al tessuto polmonare. Si tratta della dilatazione anomala degli spazi alveolari situati alla fine dei bronchioli con conseguente distruzione della parete alveolare. Ciò comporta una riduzione della superficie polmonare disponibile per gli scambi gassosi portando a insufficienza respiratoria.

Quali sono le cause dell’enfisema polmonare?

La principale causa dell’enfisema è l’esposizione prolungata al fumo di sigaretta, che contiene sostanze chimiche irritanti e tossiche per i polmoni. Oltre al fumo, altre cause possono essere:

  • Esposizione lavorativa. Ci sono ambienti di lavoro dove l’esposizione a determinate sostanze chimiche, come polvere di grano, polvere di silice, fumi di saldatura e polvere di carbone, può aumentare il rischio di sviluppare enfisema.
  • Inquinamento. L’inquinamento atmosferico, sia in ambienti urbani (ad esempio gas di scarico) sia domestici (fumi da caminetti o stufe), può contribuire all’insorgenza dell’enfisema.
  • Fattori genetici. In rari casi, la malattia può essere dovuta a una carenza ereditaria di alfa-1-antitripsina, una proteina che protegge i polmoni. La predisposizione genetica può aumentare il rischio di enfisema.
  • Storia familiare. Avere familiari con enfisema può aumentare il rischio di svilupparlo.
  • Condizioni come bronchite cronica, asma o un sistema immunitario debole possono predisporre all’enfisema. 

Quali sono i sintomi dell’enfisema polmonare?

I sintomi dell’enfisema si sviluppano lentamente nel tempo e possono variare in gravità:

  • Affanno: la difficoltà a respirare è spesso il primo sintomo. All’inizio, si verifica solo con sforzo, ma col tempo può manifestarsi anche a riposo.
  • Respiro corto e ansimante: può essere difficile parlare a causa del respiro corto.
  • Tosse cronica: molte persone con enfisema hanno una tosse persistente, spesso produttiva di catarro.
  • Tachicardia: aumento del battito cardiaco.
  • Torace a botte: una forma allargata e arrotondata del torace a causa della dilatazione dei polmoni.
  • Rumori respiratori: sibili o rumori durante la respirazione, in particolare durante sforzi fisici.
  • Pneumotorace: in alcuni casi, le bolle d’aria (o bullae) nel tessuto polmonare possono rompersi, causando un collasso polmonare.

Enfisema polmonare: come si fa la diagnosi

La diagnosi dell’enfisema polmonare viene effettuata dallo specialista pneumologo. Possono essere utili esami quali:

  • Tomografia computerizzata (TAC) del torace, meglio se ad alta risoluzione. È lo strumento più preciso per diagnosticare l’enfisema e più dettagliata di una radiografia standard.
  • Radiografia del torace. Può mostrare la presenza di polmoni iper-insufflati, tipici dell’enfisema, o di altri segni indiretti di enfisema
  • Pletismografia (spirometria globale) e test di diffusione del CO (DLCO). Queste prove di funzione respiratoria misurano quanta aria è possibile inspirare ed espirare, quanta aria si intrappola nel polmone e se ci sono delle alterazioni nello scambio di gas.
  • Emogasanalisi. Questo test misura la quantità di ossigeno e di anidride carbonica nel sangue
  • Analisi del sangue. Questo esame può determinare la presenza e la gravità della carenza di alfa-1-antitripsina, una causa rara di enfisema.
  • Elettrocardiogramma ed ecocardiogramma. Questi test sono utilizzati per valutare la funzione cardiaca in pazienti con enfisema, in particolare se vi sono segni di insufficienza cardiaca o sospetto di ipertensione polmonare.

Come curare l’enfisema polmonare

La cura dell’enfisema si concentra sul sollievo dai sintomi e sulla prevenzione dell’ulteriore progressione della malattia:

  • Rimozione dei fattori predisponenti l’enfisema, per esempio il fumo di sigaretta.
  • Farmaci broncodilatatori e corticosteroidi somministrati per via inalatoria possono aiutare a ridurre i sintomi e a migliorare la funzionalità polmonare.
  • Ossigenoterapia: l’uso di ossigeno supplementare può aiutare le persone con enfisema grave e insufficienza respiratoria cronica.
  • Riabilitazione polmonare. Un programma personalizzato di esercizi, educazione e supporto può migliorare la funzionalità polmonare e la qualità della vita.
  • Chirurgia. In alcuni casi, può essere raccomandata la chirurgia per rimuovere parte del polmone danneggiato o un trapianto di polmone.

Come prevenire l’enfisema polmonare

Mentre l’enfisema non può sempre essere prevenuto, ci sono misure che possono migliorare la condizione qualora fosse già esistente:

  • Evitare il fumo. Il fumo è la principale causa di enfisema. Se si fuma, è essenziale smettere.
  • Proteggere i polmoni. Indossare una maschera quando si lavora con sostanze chimiche o in ambienti polverosi.
  • Evitare l’esposizione passiva al fumo. Anche l’esposizione al fumo passivo può aumentare il rischio di enfisema.
  • Vaccinazione. Vaccinazioni contro l’influenza, il SARS-CoV-2 e lo Streptococco pneumoniae (battere che causa polmonite) possono aiutare a prevenire infezioni che possono aggravare l’enfisema.
  • Mantenere uno stile di vita sano. Una dieta equilibrata, l’esercizio regolare e il controllo regolare della salute possono contribuire a mantenere i polmoni in salute.

Visita pneumologica

La visita pneumologica serve per diagnosticare e trattare le patologie del sistema respiratorio come asma, bronchite, enfisema, infezioni polmonari, tubercolosi e tumori polmonari.

Unità Operative