COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Polmonite


La polmonite è uno stato di infiammazione acuto del tessuto di uno o di entrambi i polmoni. È comunemente causata da un’infezione virale e/o batterica, ma può derivare anche da un’infezione fungina o può essere di carattere non-infettivo. Nella polmonite, le piccole sacche piene di aria (alveoli polmonari) situate al termine dei bronchi si infiammano e si riempiono di liquido, impedendo l’ottimale scambio di gas tra aria e sangue.

Quali sono i sintomi della polmonite?

I sintomi più comuni della polmonite includono:

  • Tosse, che può essere secca o con catarro denso di vario colore (e a volte anche con striature di sangue)
  • Febbre
  • Dolori al torace, che possono peggiorare durante la respirazione o la tosse
  • Generico senso di malessere
  • Difficoltà respiratoria e sensazione di “fiato corto
  • Perdita di appetito
  • Battito cardiaco accelerato (tachicardia)
  • Sudorazione e brividi
  • In alcuni casi, emissione di sangue con la tosse (emoftoe). 

I sintomi possono manifestarsi anche improvvisamente nell’arco di 24-48 ore o svilupparsi gradualmente nel corso di diversi giorni.

Quali sono le cause della polmonite?

La polmonite può essere causata da vari agenti patogeni. La causa principale è lo Streptococcus pneumoniae, noto anche come pneumococco. Tuttavia, esistono altri batteri come l’Haemophilus influenzale, lo Staphylococcus aureus e la Legionella pneumophila che possono causare la polmonite. Oltre ai batteri, la polmonite può derivare da virus, come i virus influenzali di tipo A o B, i coronavirus o il virus respiratorio sinciziale (RSV) tra gli altri. Esistono anche forme di polmonite come ad esempio quelle fungine, che di solito colpiscono persone con un sistema immunitario compromesso, o quelle causate dall’aspirazione di vomito, oggetti estranei o sostanze tossiche.

Polmonite: come si fa la diagnosi?

La diagnosi di polmonite può essere effettuata a partire dai segni e sintomi riportati dal paziente e dall’auscultazione del torace. La conferma si ha con un radiogramma del torace o con una ecografia del torace o con una TAC del torace. Altri esami per cercare di individuare il patogeno che ha causato la polmonite, potrebbero includere l’esame colturale dell’espettorato (sputo) o del sangue, la ricerca di antigeni di batteri sulle urine o una broncoscopia.

Come trattare la polmonite?

La cura della polmonite dipende dalla sua causa. Nel caso di polmonite batterica, la terapia principale sono gli antibiotici. È fondamentale poi riposare, bere molti liquidi e seguire scrupolosamente le indicazioni del medico. Mentre la tosse può persistere per qualche tempo, la maggior parte dei sintomi dovrebbe migliorare, con un adeguato trattamento, nell’arco di 3-4 giorni. Sebbene la polmonite batterica in genere non sia contagiosa, è sempre meglio evitare il contatto diretto con persone immunodepresse. In alcuni casi, quando la polmonite è grave o colpisce persone a rischio, potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale.

Come prevenire la polmonite?

Prevenire la polmonite comporta l’adozione di misure igieniche come coprire bocca e naso quando si tossisce o starnutisce, lavarsi le mani frequentemente e smaltire correttamente i fazzoletti utilizzati. Evitare il fumo e l’abuso di alcol, entrambi dannosi per i polmoni, è essenziale per ridurre il rischio di polmonite. Infine, la vaccinazione anti-pneumococcica, anti-SARS-CoV-2 e antinfluenzale sono strumenti efficaci nella prevenzione della polmonite, soprattutto per i gruppi a rischio come i bambini piccoli, gli anziani e le persone con determinate condizioni mediche.

Visita pneumologica

La visita pneumologica serve per diagnosticare e trattare le patologie del sistema respiratorio. L’esperto si occupa di condizioni come asma, bronchite, enfisema, infezioni polmonari, tubercolosi e tumori polmonari.

Unità Operative