COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Prevenzione dei tumori testa-collo: torna la Make Sense Campaign

Anche Humanitas aderisce alla campagna annuale per la prevenzione e diagnosi dei tumori del distretto testa-collo. Torna la Make Sense Campaign condotta dalla European Head & Neck Society (EHNS) e promossa in Italia dall’Associazione Italiana Oncologica Cervico Cefalica (AIOCC), un evento a cui Humanitas partecipa offrendo ai pazienti quattro giornate di screening gratuito, dal 19 al 22 settembre 2022 presso l’Unità di Otorinolaringoiatria dell’Istituto Humanitas di Rozzano, guidata dal professor Giuseppe Spriano, Otorinolaringoiatra e Docente di Humanitas University, e in alcuni dei Medical Care presenti nella provincia di Milano.

I tumori del distretto testa-collo originano nell’area della testa (a eccezione di cervello, occhi, orecchie ed esofago) e fanno parte di una classe di neoplasie particolarmente comune: il settimo cancro per incidenza europea che rappresenta il 20% circa di tutte le neoplasie maligne nel sesso maschile oltre i 40 anni, ma risulta in crescita anche tra donne e pazienti più giovani. Ogni anno, solo in Italia, i tumori della testa e del collo colpiscono circa 10.000 pazienti

Quando si parla di tumori della testa e del collo la diagnosi precoce è un fattore fondamentale per la sopravvivenza dei pazienti: quando vengono diagnosticati in tempo, infatti, i tumori testa-collo hanno un tasso di remissione tra l’80 e il 90%: una percentuale particolarmente alta che tuttavia ha un drammatico calo quando la diagnosi avviene su una patologia in fase avanzata, che aumenta il tasso di mortalità al 60%.

Tumori della testa e del collo: quali sono i fattori di rischio?

Come ci spiega il professor Giuseppe Mercante, Otorinolaringoiatra e Docente di Humanitas University, organizzatore dell’evento presso i nostri Centri, i due principali fattori che concorrono al rischio di sviluppare tumori del distretto testa-collo sono il fumo e l’alcol, responsabili di circa il 75% delle incidenze della patologia. Quando si informa la cittadinanza sulla prevenzione per questo tipo di neoplasie, infatti, è molto importante porre l’accento sull’importanza di impostare uno stile di vita equilibrato, caratterizzato da un’alimentazione sana e una vita attiva. 

Inoltre, sono considerati fattori di rischio anche i traumi persistenti nel tempo dei denti sulle mucose del cavo orale e della lingua e l’infezione da Papilloma Virus Umano (HPV).

Ulcere, dolore alla gola e raucedine: i sintomi dei tumori testa-collo

Diffondere una corretta informazione sui tumori testa-collo è importante, poiché la sintomatologia con cui si manifestano può essere facilmente scambiata per quella corrispondente a un raffreddamento o a semplici malesseri passeggeri. I risultati di un’indagine EHNS, infatti, hanno indicato come circa tre quarti degli individui intervistati non sapesse riconoscere le manifestazioni più rilevanti e ben il 38% non fosse a conoscenza dell’esistenza di queste neoplasie. 

Il campanello d’allarme, dunque, è rappresentato da quei sintomi che persistono per oltre tre settimane, tra i quali figurano:

  • macchie e rosse in bocca o ulcere, 
  • dolore alla gola sia a riposo sia durante la deglutizione, 
  • dolore alla lingua, 
  • raucedine
  • sanguinamenti del cavo orale e epistassi
  • naso chiuso continuativamente e sempre dalla stessa narice, 
  • noduli sul collo.

I pazienti che dovessero riscontrare la presenza di uno o più di questi sintomi per oltre tre settimane devono dunque contattare tempestivamente il loro medico di medicina generale e approfondire la sintomatologia.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici