COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Visita onco-ematologica


Che cos’è la visita onco-ematologica?

La visita onco-ematologica è deputata alla diagnosi, al controllo e alla cura di malattie a carico del sistema emopoietico, come leucemie acute e croniche, sindromi mielodisplastiche, malattie mieloproliferative croniche, linfomi (linfomi di Hodgkin e non-Hodgkin) e mieloma.

In genere, viene prescritta dal medico di medicina generale laddove sospetti la presenza di un tumore del sangue.

A cosa serve la visita onco-ematologica?

La visita onco-ematologica permette di diagnosticare, monitorare e curare i tumori del sangue come leucemie acute e cromiche, sindromi mielodisplastiche, malattie mieloproliferative croniche, linfomi (linfomi di Hodgkin e non-Hodgkin) e mieloma.

La visita permette inoltre di controllare l’evoluzione della malattia.

Come si svolge la visita onco-ematologica?

La visita si apre con una fase di anamnesi in cui lo specialista ematologo raccoglie il maggior numero di informazioni sulla storia e sullo stile di vita dell’assistito: alimentazione, vizio del fumo, livello di attività fisica e di sedentarietà, eventuali patologie, interventi precedenti, casi in famiglia di patologie onco-ematologiche, assunzione di farmaci.

Si passa poi alla visita clinica che può durare tra 20 e 40 minuti durante la quale l’ematologo procede alla palpazione dell’addome, all’auscultazione del cuore e dei polmoni, e verifica la presenza di eventuali linfonodi ingrossati.

Lo specialista provvede a esaminare gli esami precedenti o a prescriverne, quando necessari, di nuovi per effettuare una diagnosi, impostare la terapia più adatta o per avviare a cure specializzate. 

Sono previste norme di preparazione?

Il paziente è invitato a portare con sé la propria documentazione clinica e i referti di eventuali esami effettuati.

Per consultare eventuali norme di preparazione alla visita, è possibile visitare la pagina dedicata (cliccando qui).