COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Osteoporosi: in Humanitas un percorso di prevenzione dedicato

L’osteoporosi è una malattia cronica silente che affligge circa cinque milioni di persone in tutta Italia, prediligendo il sesso femminile in età post-menopausale. Si caratterizza per la presenza di alterazioni a carico della struttura ossea che determinano una minore resistenza al carico meccanico e un aumentato rischio di fratture. 

L’osteoporosi viene spesso identificata nei pazienti quando ormai la fragilità che la caratterizza ha già compromesso l’osso e condotto a una dolorosa frattura. Per questo motivo, oltre ad aver implementato l’attività specialistica aumentando il numero di sedute ambulatoriali dedicate alla diagnosi e al trattamento dell’osteoporosi, gli specialisti Endocrinologi di Humanitas hanno ideato un percorso di prevenzione pensato per tutti coloro che potrebbero essere in una fascia a rischio osteoporosi ma non hanno ancora sviluppato i sintomi, che generalmente coincidono con la comparsa di una frattura. 

Ne parliamo con il professor Gherardo Mazziotti, Responsabile della Sezione di Ricerca, Diagnosi e Cura delle Malattie Osteo-Metaboliche dell’Unità di Endocrinologia e Diabetologia di Humanitas, diretta dal professor Andrea Lania.

Percorso osteoporosi: cosa prevede 

Il percorso prevede, nel corso di una sola giornata, una prima visita specialistica di inquadramento, l’esecuzione dell’esame MOC-DEXA lombare e femorale (con strumento di nuova generazione messo a disposizione dal Dipartimento di Diagnostica per Immagini di Humanitas), un prelievo ematico per esami di primo livello, e una visita conclusiva per definire il trattamento terapeutico laddove necessario, o, in presenza di un’osteoporosi in fase iniziale, le indicazioni per frenarne la progressione ( per esempio mediante l’assunzione di calcio e vitamina D e modifiche degli stili di vita). Inoltre, in caso il paziente presenti un rischio di frattura elevato o abbia sintomi che facciano supporre un coinvolgimento della colonna vertebrale, agli esami si aggiungerà anche la radiografia della colonna con tecnologia EOS di nuova generazione a bassa esposizione radiante, per l’identificazione e la caratterizzazione precoce delle fratture vertebrali.

A chi è rivolto il percorso?

L’iniziativa è rivolta a coloro che non hanno mai eseguito una valutazione per osteoporosi e in particolare:

– a donne in post-menopausa e uomini di età superiore a sessant’anni, con familiarità per fratture di femore o vertebre;

– a donne in post-menopausa e uomini di età superiore a sessantacinque con storia di basso peso, abuso alcolico e fumo di sigarette; 

– individui di qualsiasi sesso ed età con una storia di fratture da traumi lievi;

– pazienti di qualsiasi sesso ed età affetti da malattie potenzialmente osteopenizzanti quali malattie reumatologiche, anoressia nervosa, sindrome da malassorbimento, malattie infiammatorie croniche intestinali, bronchite cronica, malattie neuro-muscolari, malattie ematologiche, ipertiroidismi, iperparatiroidismi, ipogonadismi, malattie di eccesso e difetto degli ormoni ipofisari;

– pazienti di qualsiasi sesso ed età in terapia cronica con farmaci potenzialmente osteopenizzanti, tra cui cortisonici, terapie ormonali del carcinoma della mammella e della prostata, immunosoppressori antidepressivi, anti-retrovirali e anti-epilettici.

Osteoporosi: la prevenzione è fondamentale

“Quando si parla di osteoporosi, prevenzione e diagnosi precoce sono fondamentali e rappresentano una vera sfida nell’affrontare questa patologia: a oggi, infatti, oltre il 50% dei soggetti a rischio di fratture da fragilità non accede né alla diagnosi né alle cure.

È dunque fondamentale intervenire prima dell’insorgenza di una frattura, capace di compromettere – talvolta anche in maniera significativa – l’ autonomia e dunque la qualità di vita del paziente”, sottolinea il professor Mazziotti.

Per informazioni e prenotazioni

Per informazioni e prenotazioni sul percorso osteoporosi telefonare al numero 02.8224.8224 dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00 e sabato dalle 8.00 alle 13.00

 

 

 

Endocrinologia e Malattie del Ricambio

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici