È stato pubblicato uno studio1 a firma di due specialisti di Humanitas che indaga il legame tra anosmia e alterazioni cerebrali in pazienti con Covid-19. Per la prima volta attraverso la risonanza magnetica si rileva la presenza di alterazioni cerebrali compatibili con l’infezione del virus SARS-CoV-2.

Lo studio è stato pubblicato su Jama Neurology ed è stato realizzato dal Prof. Letterio S. Politi, Direttore della Neuroradiologia Diagnostica, Interventistica e Funzionale, e dal dottor Marco Grimaldi, Responsabile del servizio di Neuroradiologia, insieme al dottor Ettore Salsano dell’Istituto Neurologico Carlo Besta.

Dalle vie olfattive al cervello

“L’anosmia, ovvero la perdita parziale o totale del senso dell’olfatto, è un sintomo noto legato al Covid-19, ma nel caso del nostro studio rappresenta il sintomo predominante. La paziente infatti, eccetto una leggera tosse per una giornata, non ha avuto altri sintomi riconducibili all’infezione eccetto appunto un’anosmia severa.

La Risonanza magnetica mostra alterazioni cerebrali che fanno presumere la presenza del virus SARS-CoV-2 a livello del cervello. Immaginiamo che il virus si replichi a livello della mucosa olfattiva, entri nelle terminazioni nervose delle vie olfattive e per via trans-sinaptica, ovvero passando da un neurone all’altro, arrivi al bulbo olfattorio e alla corteccia cerebrale deputata alle sensazioni olfattive. Le alterazioni rilevate non erano più visibili alla risonanza magnetica di follow up effettuata circa un mese dopo”, sottolineano il dottor Politi e il dottor Grimaldi. Ulteriori studi sono in corso per verificare le alterazioni cerebrali legate al virus SARS-CoV-2.

L’anosmia come unico sintomo

“Lo studio suggerisce che in alcuni soggetti l’anosmia persistente potrebbe essere l’unico sintomo di Covid-19; pertanto questi soggetti dovrebbero essere sottoposti a tampone per verificarne la positività ed eventualmente isolati, così da limitare la diffusione del virus”, concludono gli autori.

  1. Jama Neurology May 29, 2020. Politi L, Salsano E, Grimaldi M. Magnetic Resonance Imaging alteration of the brain in a patient with Coronavirus Disease 2019 (COVID-19) and anosmia.