COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Clozapina

La Clozapina è utilizzata per trattare forme gravi di schizofrenia o per ridurre il rischio di suicidio in persone con schizofrenia o con disturbi simili.

 

Che cos'è la Clozapina?

La Clozapina è un farmaco antipsicotico. Agisce modificando l'attività di alcune molecole a livello del cervello.

 

Come si assume la Clozapina?

In genere la Clozapina viene somministrata per via orale.

 

Effetti collaterali della Clozapina

Durante il trattamento con Clozapina è possibile contrarre infezioni molto gravi. Per questo è importante contattare subito un medico in caso dei seguenti effetti collaterali:

 

Il farmaco può inoltre aumentare il rischio di decesso negli anziani affetti da disturbi associati alla demenza.

Fra gli altri possibili effetti avversi della Clozapina sono inclusi:

 

È importante cercare subito l'aiuto di un medico in caso di:

 

Avvertenze della Clozapina

Durante il trattamento con Clozapina è importante sottoporsi a frequenti analisi del sangue a causa del rischio di gravi infezioni.

Prima di iniziare ad assumere il farmaco è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o a qualsiasi altro farmaco o alimento
  • degli altri medicinali, dei fitoterapici e degli integratori che si stanno assumendo, in particolare carbamazepina, droperidolo, metadone, antibiotici, antidepressivi, antimalarici, antiaritimici e psicofarmaci
  • se si soffre (o si ha sofferto) di malattie cardiovascolari, pressione alta, QT lungo (anche in caso di storia familiare), infarto, ictus e mini ictus, squilibri elettrolitici (ad esempio bassi livelli di potassio o magnesio nel sangue), convulsioni, traumi cranici, tumori al cervello, diabete o fattori di rischio per il diabete, colesterolo o trigliceridi alti, ileo paralitico, malattie renali o epatiche, ipertrofia prostatica, disturbi della minzione, glaucoma, malnutrizione o disidratazione
  • se si è fumatori
  • in caso di gravidanza o allattamento al seno