COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Interferone alfa-2a

L'interferone alfa-2a trova impiego nel trattamento dell'epatite C e di alcune forme di leucemia.

Che cos'è l'interferone alfa-2a?

L'interferone alfa-2a modula l'attività del sistema immunitario. Il suo meccanismo di funzionamento esatto non è noto, ma si pensa che agisca direttamente contro virus e cellule tumorali aiutando il sistema immunitario a eliminarli.

Come si assume l'interferone alfa-2a?

L'interferone alfa-2a viene somministrato mediante iniezioni.

Effetti collaterali dell'interferone alfa-2a

L'interferone alfa-2a può aggravare alcune condizioni mediche, come problemi psichiatrici, disturbi autoimmuni, problemi di circolazione e infezioni. Inoltre può ridurre la capacità dell'organismo di combattere le infezioni, abbassare il numero di piastrine e aumentare i livelli di zuccheri nel sangue.

Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È importante contattare subito un medico in caso di:

  • rash
  • orticaria
  • prurito
  • difficoltà respiratorie
  • senso di oppressione o dolore al petto
  • gonfiore di bocca, volto, labbra o lingua
  • raucedine insolita
  • cambiamenti comportamentali
  • feci scure o sangue nelle feci
  • sangue nel vomito
  • cambiamenti nella quantità di urine prodotte
  • svenimenti
  • battito cardiaco accelerato o irregolare
  • sintomi di un infarto
  • problemi di memoria
  • cambiamenti d'umore o del comportamento
  • intorpidimenti o pizzicori
  • dita pallide, blu o molto fredde
  • convulsioni
  • febbre, brividi, tosse o mal di gola forti o persistenti
  • dolori articolari o muscolari forti o persistenti
  • mal di stomaco forte o persistente
  • stanchezza o debolezza forti o persistenti
  • fiato corto
  • istinti suicidi
  • difficoltà di concentrazione o di ragionamento
  • aumento di peso ingiustificato
  • lividi o emorragie
  • problemi alla vista
  • ittero

Controindicazioni e avvertenze

L'interferone alfa-2a può essere controindicato in presenza di problemi epatici.

Prima della somministrazione di interferone alfa-2a è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco, ad alimenti o ad altre sostanze (in particolare ad altre forme di interferone alfa o ai prodotti ottenuti da Escherichia coli)
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare zidovudina, interleuchina-2, fluorouracile o teofillina
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi cardiaci, problemi ai vasi sanguigni, pressione alta, trigliceridi alti, malattie autoimmuni, problemi renali, epatici, ai polmoni, respiratori, gastrointestinali o alla tiroide, diabete, convulsioni, problemi al pancreas, disturbi alla vista o agli occhi, piastrine o globuli bianchi bassi, anemia, problemi al midollo osseo o al sangue o malattie emorragiche, infezioni, herpes simplex, problemi psichiatrici o dell'umore, grave sonnolenza o insonnia
  • in caso di infarto
  • in caso di trapianti
  • in caso di istinti suicidi (anche in passato)
  • in caso di abuso o dipendenza da alcolici o da altre sostanze (anche in passato)
  • in caso di gravidanza o allattamento

Durante il trattamento è consigliato bere molto. L'interferone alfa-2a può compromettere le capacità di guidare, di manovrare macchinari o di eseguire compiti pericolosi. Questo effetto avverso può essere aggravato dall'alcol e da alcuni medicinali, ad esempio miorilassanti e sonniferi.

È importante informare medici, chirurghi e dentisti dell'assunzione di interferone alfa-2a.
Inoltre le donne in età fertile dovrebbero evitare di rimanere incinte sia se sono in trattamento con questo farmaco, sia se ad assumerlo è il loro partner.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici