COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Crampi muscolari

I crampi muscolari sono contrazioni o spasmi improvvisi e involontari di uno o più muscoli. Anche se, generalmente, è innocuo, il crampo muscolare può provocare dolore e rendere temporaneamente impossibile l’utilizzo del muscolo interessato. Spesso insorge dopo un’attività fisica intensa, ma non infrequente la manifestazione di crampi a riposo, che possono colpire anche durante il sonno, durando pochi secondi o, al massimo, qualche minuto.

Cos’è un crampo muscolare?

Un crampo è una contrazione transitoria, improvvisa e involontaria di un muscolo o di un gruppo di muscoli. I crampi muscolari possono risolversi, dopo un periodo più o meno protratto, sia spontaneamente sia con la trazione passiva dei muscoli interessati. Anche la contrazione dei gruppi muscolari antagonisti e la pratica di massaggi alle fasce muscolari colpite dallo spasmo possono alleviare il disturbo. Generalmente i crampi muscolari sono innocui – nonostante risultino non poco fastidiosi – e tendono a risolversi nel giro di alcuni minuti.

Quali sono le cause dei crampi muscolari?

La maggior parte delle volte alla base dei crampi muscolari c’è una delle seguenti condizioni:

  • Lunghi periodi di esercizio o lavoro fisico, soprattutto durante la stagione calda.
  • Disidratazione
  • Mantenimento di una posizione per un periodo troppo lungo di tempo.
  • Assunzione di alcuni farmaci, come i diuretici.

Quali malattie si possono associare ai crampi muscolari?

I crampi muscolari possono però anche essere segno della presenza di diverse patologie, anche gravi:

  • Restringimento delle arterie che forniscono sangue alle gambe (aterosclerosi periferica)
  • Compressione dei nervi nella colonna vertebrale a livello lombare
  • Malattie che interessano il sistema muscolare
  • Malattie neurologiche (malattia di Charcot)
  • Squilibri metabolici legati alla mancanza nell’organismo dei giusti livelli di potassio, calcio e magnesio
  • Acidosi metabolica
  • Claudicatio intermittens
  • Insufficienza renale
  • Ipotiroidismo
  • Morbo di Hashimoto
  • Policitemia vera
  • Tromboflebite
  • Trombosi venosa profonda
  • Vene varicose

Si ricorda che questo non è un elenco esaustivo e che sarebbe sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di persistenza dei sintomi.

Tra i fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare crampi muscolari troviamo l’età avanzata; la disidratazione; lo stato di gravidanza; la presenza di patologie come il diabete o malattie del fegato o della tiroide.

Quali sono i sintomi dei crampi muscolari?

sintomi dei crampi muscolari consistono nella contrazione improvvisa e involontaria di un muscolo o di un gruppo di muscoli accompagnata da dolore, che può essere più o meno inteso. In alcuni casi oltre al dolore dovuto alla brusca contrazione muscolare, si può anche essere in grado di individuare sotto la pelle un indurimento del tessuto muscolare.

Come prevenire i crampi muscolari?

Per prevenire i crampi muscolari è consigliabile:

  • Evitare la disidratazione, bevendo in modo adeguato tutti i giorni in base alla propria età, attività fisica e/o lavorativa, in base al proprio stato di salute e agli eventuali farmaci che si assumono. Durante (e dopo) l’attività fisica non dimenticare di reintegrare i liquidi (acqua e/o sali minerali) a intervalli regolari;
  • Allungare i muscoli: è fondamentale effettuare stretching muscolare prima e dopo qualsiasi sforzo fisico.
  • Se si soffre di crampi notturni, fare stretching e svolgere una leggerissima attività fisica (come pochi minuti di cyclette) prima di andare a letto può aiutare a prevenirne l’insorgenza.

Quali sono i rimedi contro i crampi muscolari?

In caso di crampi muscolari bisogna interrompere l’attività in corso e cercare di distendere il muscolo con lo stretching e il massaggio. In una fase iniziale può essere utile riscaldare la parte colpita, ma quando il dolore diminuisce potrebbe essere più efficace un impacco con ghiaccio. Se il muscolo resta indolenzito potrebbe essere necessaria l’assunzione di antinfiammatori, ma in casi più seri potrebbero essere prescritti altri farmaci a discrezione del medico.

Dato che la causa più frequente di crampi durante l’attività fisica è un’idratazione insufficiente, anche bere acqua può aiutare ad alleviare il dolore. Inoltre può essere utile assumere integratori di sali minerali.

In caso di crampi muscolari è bene rivolgersi al medico se il dolore è molto forte, se il problema è ricorrente e se durano a lungo.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici