COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Ti regalo le stelle, l’autobiografia del prof. Maira a Bookcity

In occasione di Bookcity 2016 il professor Giulio Maira, senior consultant presso l’unità operativa di Neurochirurgia di Humanitas, presenterà la sua autobiografia Ti regalo le stelle. La presentazione si terrà sabato 19 novembre alle ore 10.30 presso il Museo del Novecento di Milano.

cervello

Una vita per gli altri

“Già molto prima della laurea avevo deciso che avrei fatto il neurochirurgo. Mi affascinava l’idea di una chirurgia in cui il ragionamento fosse importante tanto quanto la tecnica, e in cui la ricerca delle cause delle malattie e delle cure per guarirle fosse sullo stesso piano dell’atto chirurgico.”

Come si evince dalle parole dello stesso professore, la passione per il cervello umano – “un organo di complessità strabiliante” – e il desiderio di curare le persone hanno spinto il prof. Maira a intraprendere la difficile carriera del neurochirurgo.

Una carriera straordinaria, se si pensa che in quarant’anni di attività oltre 13.500 malati sono stati operati da lui e tra questi anche personaggi illustri come Oscar Luigi Scalfaro, Giulio Andreotti, Francesco Cossiga e Papa Giovanni Paolo II.

“Ma l’emozione più grande sta nell’aiutare i bambini a combattere contro i tumori. Conoscere il loro mondo, le loro mamme coraggiose”, scrive il professore nel suo libro. E aggiunge: “Per questo ho scritto il libro, per dare un messaggio ai giovani medici di lasciarsi coinvolgere dalla vita degli altri”.

Maira è autore di 327 pubblicazioni scientifiche e nel 2001 ha creato Fondazione Atena Onlus, un’associazione finalizzata alla promozione della ricerca nel campo delle neuroscienze.

Nel corso della sua vita ha ricevuto molti premi e onorificenze, tra cui, nel 2006, la più importante, quella di Cavaliere di Gran Croce.

 

 

Studi e ricerche

Le principali ricerche di cui si è occupato il professore durante la sua vita hanno riguardato:

  • gli aneurismi intracranici
  • la demenza idrocefalica
  • la fisiopatologia del sistema intracranico
  • l’uso del laser in neurochirurgia
  • tumori cerebrali maligni.

In questi ambiti egli ha potuto sia perfezionare la tecnica neurochirurgica sia affrontare la biologia delle malattie cerebrali più complesse, con l’obiettivo di capirne i meccanismi e riuscire a curarle meglio.

 

 

Il lavoro in Humanitas

Nel corso della sua lunga carriera il professor Maira ha lavorato per molti ospedali e cliniche. Attualmente in Humanitas sta conducendo uno studio “dell’espressione genica degli aneurismi intracranici, su pazienti con aneurisma a rischio di rottura e pazienti che, pur non avendolo, potrebbero svilupparlo”, spiega Maira.

L’obiettivo di questi studi è quello di arrivare a uno screening della popolazione a scopo preventivo. Inoltre, in collaborazione con la professoressa Michela Matteoli, Direttore dell’Istituto di Neuroscienze del CNR e Responsabile del Programma di Neuroscienze di Humanitas, e il dottor Maurizio Fornari, responsabile di Neurochirurgia, è in corso un progetto di ricerca con lo scopo di chiarire se le cellule staminali possono in qualche modo essere coinvolte nell’insorgenza di tumori cerebrali. Lo studio, inoltre, intende arrivare presto ad applicare tali sperimentazioni, dato che per questo tipo di tumore la sopravvivenza oscilla ancora tra i 14 e i 16 mesi.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici