COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Spina o scheggia nella pelle, come riconoscere un’infezione?

Uno degli infortuni più comuni quando si praticano attività di giardinaggio o si fanno dei lavori a casa, è la penetrazione di una spina o di una scheggia nella pelle. È preferibile affrontare questo tipo di lavori indossando i guanti e vestiti appropriati e intervenire in maniera attenta, seguendo alcune indicazioni.

Occorre dapprima lavare con acqua cor­rente la parte interessata e poi disinfettare. Se la spina o la scheggia sono visibili perché fuoriesco­no parzialmente dalla pelle, si può cercare di estrarle utilizzando una pinzetta da trucco adeguatamente disin­fettata. Se la spina è più in profondità, è consigliabile riempire una bacinella con acqua tiepida e qualche goccia di un prodotto a base di ipoclorito di sodio (come l’Amuchina). Immergendo in acqua la parte interessata si favorisce l’ammorbidimento della pelle, con la possibilità che la spina esca da sola.

Il rischio di infezione

Se non viene estratta, la spina può causare un’infezione. Questa condizione si manifesta con dolore e la zona colpita si presenta gonfia, rossa e calda. Può anche aversi una fuoriuscita di pus.

Se la spi­na è arrivata più in profondità con il tempo può formarsi un granuloma da corpo estraneo, una sorta di pallina dura e dolente sotto pelle, che può essere rimossa con un picco­lo intervento chirurgico.

La conseguenza più grave, ma rara, è il tetano, possibile laddove non sia stato eseguito il richiamo vaccinale.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici