COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Scottature solari e rischio melanoma, intervista al prof. Costanzo

“È stato dimostrato che le scottature, specialmente quelle che si sono verificate in giovane età, aumentano significativamente la probabilità di sviluppare il melanoma”, ad affermarlo in un’intervista al Giorno è il professor Antonio Costanzo, Responsabile della Dermatologia in Humanitas.

scottature

Il sole aumenta il rischio di insorgenza di melanoma?

Il melanoma è un tumore della pelle molto aggressivo, responsabile della maggior parte dei decessi per questo tipo di neoplasia. Un’esposizione eccessiva o incontrollata al sole è la prima causa di insorgenza del melanoma. È bene sottolineare come l’incidenza del melanoma sia in crescita, soprattutto tra i giovani.

 

Al sole sì, ma con cautela

I raggi ultravioletti sono amici della salute; stimolano la produzione di vitamina D, fondamentale per la mineralizzazione ossea, e favoriscono la produzione e il rilascio delle endorfine, con notevoli benefici per l’umore.

Per trarre massimo giovamento dai raggi solari però, “bisogna esporsi con cautela, senza esagerare e senza scottarsi”, raccomanda il professor Costanzo.

Le regole per un’abbronzatura sana e sicura sono semplici: applicare una crema solare ad alto fattore di protezione ogni due ore e ripararsi all’ombra nelle ore centrali della giornata, che in genere sono le più calde (dalle 12 alle 16).

“Le creme solari in commercio sono quasi tutte di buona qualità: proteggono e permettono di contrastare il foto-invecchiamento della pelle. Le più tecnologiche contengono addirittura enzimi in grado di proteggere dal danno genetico indotto dalle radiazioni solari”, spiega il professor Costanzo.

 

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici