COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Quali sono gli effetti collaterali dell’anestesia loco-regionale?

L’anestesia è la desensibilizzazione dell’organismo che si rende necessaria prima di sottoporre il paziente a intervento chirurgico. L’anestesia prevede la somministrazione di farmaci e può riguardare tutto l’organismo (anestesia generale) o parte di esso (anestesia loco-regionale). L’anestesia loco-regionale infatti addormenta solo la zona interessata dall’intervento.

I professionisti di Humanitas ci spiegano quali sono gli effetti collaterali dell’anestesia loco-regionale.

Anestesia spinale e anestesie plessiche

Innanzitutto è bene precisare che l’anestesia loco-regionale presenta dei sottotipi: l’anestesia spinale e le anestesie plessiche. Nel caso dell’anestesia spinale l’anestetico locale viene somministrato in prossimità del midollo spinale, mentre nelle anestesie plessiche si addormenta il nervo nel momento in cui si è staccato al sistema nervoso centrale ed è già diventato un nervo periferico o un plesso di nervi.

Rari effetti collaterali

Di rado, l’anestesia loco-regionale spinale ha come complicanza la cefalea post puntura durale: una cefalea che si manifesta soprattutto quando il paziente assume posizione eretta e che è dovuta alla tecnica anestesiologica stessa. Questo disturbo colpisce soprattutto i giovani, può esordire a partire da qualche giorno dopo l’intervento fino a massimo una settimana e si risolve nel giro di qualche giorno. Non lascia mai segni definitivi e per trattarla sono sufficienti farmaci antinfiammatori (come Fans o paracetamolo); l’assunzione della posizione supina allevia la sintomatologia.

Molto più raramente, nell’esecuzione dell’anestesia spinale cosiddetta alta, vale a dire quella che copre la parte alta dell’addome (come il taglio cesareo), il paziente può presentare vomito, in seguito all’addormentamento dei nervi che innervano l’intestino.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici