COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Per Ariel il Mnogaja Leta Quartet in concerto

La Fondazione Ariel organizza, insieme al Mnogaja Leta Quartet, una serata di beneficenza e di musica martedì 15 maggio alle ore 21, presso la Chiesa San Fedele di Milano (piazza San Fedele 1). L’ingresso è gratuito. Il concerto di Spirituals, patrocinato dal Comune di Milano, per far conoscere le attività della Fondazione, Centro per le disabilità neuromotorie infantili, sarà un’occasione per apprezzare la musica dei Mnogaja Leta: i concerti del quartetto sono antologie dei più famosi Negro-Spirituals tradizionali, che narrano le storie bibliche del Vecchio e del Nuovo Testamento, le pene della schiavitù e la speranza della liberazione, con la semplicità, l’armonia e il ritmo tipico di questi brani che possono essere definiti come la “preistoria del Jazz”.

“Mnogaja Leta” è il titolo di un inno bizantino-slavo che significa “molti anni felici”; la scelta di questo nome documenta l’inclinazione e la passione del Quartetto per un tipo di spiritualità intensa, contraddistinta da un’impronta spontanea e universale. “Gli Spirituals rappresentano, da un punto di vista musicale, la fusione di diverse culture – spiega Alberto Vigevani, basso del Quartetto –. Alla matrice africana si sovrappongono gli influssi europei della musica popolare celtica, irlandese, anglosassone, e del corale protestante, a quei tempi diffuso nell’America del Nord”. Il Mnogaja Leta ha all’attivo numerosi dischi e centinaia di concerti in tutta Italia.

La Fondazione Ariel offre una risposta organica ai disagi e ai bisogni di bambini affetti da disabilità neuromotorie e delle loro famiglie. È impegnata nell’assistenza psico-sociale dei bimbi, nella formazione e sostegno pratico e psicologico delle famiglie; nella formazione delle differenti figure specialistiche del personale sanitario destinato ad operare sul territorio; nella formazione dei volontari che si occupano durante la degenza in Ospedale, sia dei bambini sia dei loro familiari; nel coordinamento delle famiglie e dei bimbi presso Centri (Istituti o Ospedali) specifici per ogni differente necessità del paziente.

A cura della Redazione

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici