COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

No Smoking Be Happy, mostra in Humanitas

Humanitas aderisce alla Giornata Mondiale senza tabacco con una mostra fotografica dedicata alla lotta al fumo di sigaretta nell’ambito del progetto “No smoking be happy” promosso da Fondazione Veronesi. L’esposizione al primo piano dell’ospedale è visitabile anche on line sul sito Humanitas Salute.

tabacco

Una delle foto della mostra, che mostra un coltivatore in India. Chi coltiva tabacco può essere colpito da una sindrome caratterizzata da vomito, cefalea e vertigini. Il rischio di intossicazione acuta dovuta all’assorbimento di nicotina attraverso la pelle aumenta se le foglie sono bagnate. 

 

Una mostra fotografica, video-news, materiali informativi distribuiti ai pazienti e visitatori dell’ospedale. Così il Centro Antifumo di Humanitas Cancer Center aderisce alla Giornata Mondiale senza tabacco, in programma il 31 maggio.

Dietro la cortina di fumo” è il nome della mostra di Fondazione Veronesi realizzata in collaborazione il fotografo Rocco Rorandelli per il progetto “No smoking be happy” per divulgare una corretta informazione sulla dipendenza dal tabacco. Le foto-reportage esposte al primo piano di Humanitas, richiamano l’attenzione sugli aspetti ancora poco noti del fumo di tabacco e del mercato che lo alimenta, e ricordano che il prezzo di un pacchetto di sigarette è ben più alto di quello che l’acquirente si illude di pagare. La documentazione offerta da Rocco Rorandelli non “dice”, ma “mostra” con straordinaria efficacia comunicativa come l’informazione consapevole debba essere l’elemento fondante delle scelte di ciascuno. “Libertà di sapere, libertà di scegliere”.

3 motivi per cui è importante smettere di fumare

I consigli di grandi esperti racchiusi in una video-news su www.humanitasalute.it per ricordare quanto faccia bene alla nostra salute non fumare. Il fumo attivo, infatti, secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, è causa di almeno 25 malattie e di 18 tipologie di tumore, per non parlare del fumo passivo che provoca ogni anno 600mila decessi.

“La giornata mondiale senza tabacco dice la dottoressa Licia Siracusano, responsabile del Centro Antifumo di Humanitas Cancer Center cui si rivolgono dal 2008 oltre 300 pazienti all’anno e di questi circa il 25% smette di fumare ad un anno dalla prima visita – ha una grande importanza, non solo nel ricordare ai fumatori la pericolosità della dipendenza da nicotina per la salute propria e per quella altrui, ma soprattutto per gli ex fumatori che sono riusciti a vincere la loro battaglia ed ora sono liberi dalla schiavitù del tabacco. Negli anni, attraverso i miei ex pazienti del centro antifumo, mi sono resa conto di quanto il periodo nel quale smettono di fumare sia considerato come un punto di svolta della propria vita. Per superare una dipendenza è necessario infatti modificare radicalmente il proprio stile di vita e le proprie abitudini”.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici