COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Malattie di esofago e stomaco, in Humanitas un’équipe chirurgica dedicata

Humanitas è da sempre un centro di riferimento nazionale per la chirurgia esofago-gastrica, in particolare per l’applicazione di tecniche mininvasive per la cura delle malattie del tratto digestivo superiore.
A capo dell’équipe dedicata, da aprile, il dott. Uberto Fumagalli, “cresciuto” presso l’ospedale di Rozzano nella prestigiosa scuola del prof. Alberto Peracchia, tra i pionieri ed i principali artefici italiani dello sviluppo di questa chirurgia.

“Negli anni la nostra attività è progressivamente cresciuta, dal punto di vista sia del numero di pazienti trattati (affetti da malattie benigne e maligne) e degli interventi effettuati, sia della messa a punto di protocolli clinici e di ricerca per migliorare i percorsi di diagnosi e cura dei nostri pazienti – spiega il dott. Fumagalli -. Fondamentale, per lo sviluppo e l’applicazione di tecniche sempre più all’avanguardia e meno invasive, la collaborazione con prestigiosi centri europei, tra cui le Università di Lovanio, Amburgo e Dublino, oltre che con i gruppi Italiani che si occupano specificatamente di tali patologie (come il GIRCG – Gruppo Italiano di ricerca sul Cancro Gastrico) e le attività all’interno delle Società Chirurgiche regionali e nazionali“.

Oltre 200 interventi nel 2013

“Quella resettiva dello stomaco e dell’esofago è una chirurgia ad alta complessità – spiega il dott. Fumagalli -. Fondamentale, quindi, rivolgersi ad un centro specializzato, in grado di ottenere i migliori risultati in virtù delle alte casistiche trattate e dello sviluppo di protocolli assistenziali specifici”.

In Humanitas, solo lo scorso anno sono stati effettuati oltre 100 interventi per patologie maligne del tratto digestivo superiore e più di 100 per malattie benigne dell’esofago.

Specialisti diversi insieme per le cure migliori

Insieme al Dipartimento di Gastroenterologia, la Chirurgia esofago-gastrica gestisce il Laboratorio di fisiopatologia dell’esofago, dove vengono effettuati studi funzionali dell’esofago e della giunzione esofago-gastrica con manometria ad alta risoluzione e pH impedenzometro. “In questo laboratorio vengono studiati la maggior parte dei casi che vengono poi trattati chirurgicamente o per via endoscopica, secondo i più moderni approcci terapeutici – continua il dott. Fumagalli -. Per la cura di questi pazienti ci si avvale spesso di tecniche di chirurgia mini-invasiva e di endoscopia interventistica: chirurghi ed endoscopisti collaborano fianco a fianco in studi di ricerca clinica volti a definire il miglior approccio terapeutico per le malattie di esofago e stomaco. Attualmente, ad esempio, è in corso uno studio multicentrico randomizzato, condotto dal gruppo europeo acalasia, che mira a confrontare il trattamento laparoscopico ed endoscopico (PEOM) dell’acalasia esofagea. I pazienti affetti da questa malattia partecipano anche ad uno studio che lo stesso gruppo europeo sta compiendo sulla genetica dell’acalasia”.

La chirurgia esofago-gastrica contro i tumori

Attiva nell’ambito dell’Unità Operativa di Chirurgia Generale oncologica diretta dal dott. Vittorio Quagliuolo, la Sezione di Chirurgia esofago gastrica conduce anche studi clinici sui tumori del tratto digestivo superiore. Ad esempio partecipa ad studio clinico multicentrico europeo sulla nutrizione nel paziente con neoplasia dell’Upper GI (tratto digestivo superiore) candidato a trattamento perioperatorio chemioterapico o chemio-radioterapico e, in collaborazione con l’Unità Operativa di Oncologia, ad uno studio clinico multicentrico italiano sul trattamento neoadiuvante preoperatorio o perioperatorio nel carcinoma gastrico.

Uberto Fumagalli

In Humanitas dal 1996, Il dott. Fumagalli ha maturato una significativa esperienza in chirurgia laparoscopica avanzata (esofagectomia, gastrectomia, colectomia e resezioni rettali, splenectomia, adrenalectomia, interventi per malattie funzionali dell’esofago).

Ha coordinato l’attività di alcuni gruppi multidisciplinari di cura nell’ambito di Humanitas Cancer Center, sia per la discussione dei protocolli di cura per le patologie maligne di stomaco ed esofago (con radiologi, oncologi e radioterapisti), sia per la cura delle patologie funzionali e benigne del tratto digestivo superiore con gastroenterologi ed endoscopisti. Inoltre ha coordinato la realizzazione del percorso perioperatorio dei pazienti candidati a chirurgia resettiva di esofago e stomaco, integrando le attività di fisiatri, fisioterapisti, radiologi, endoscopisti, anestesisti e rianimatori, dietologi e nutrizionisti, servizi assistenziali.

Il dott. Fumagalli ha maturato significative esperienze all’estero, principalmente in Germania, alla Technische Universitaet di Monaco di Baviera (sotto la direzione del Prof. Siewert), uno dei centri europei più importanti per la cura delle malattie di esofago e stomaco. Recentemente, in funzione dello sviluppo della chirurgia mininvasiva gastrica, ha visitato uno dei centri più importanti al mondo per questo tipo di attività, il centro di chirurgia gastrica del Seoul National University Hospital, diretto dal Prof. Yang.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici