COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Immunità e vaccini, al prof. Mantovani il Premio Letterario Merck

Il professor Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas, con il suo saggio “Immunità e vaccini”, edito quest’anno da Mondadori, è uno dei vincitori del Premio Letterario Merck. Il riconoscimento, giunto alla sua quattordicesima edizione, premia gli autori che secondo la giuria riescono a stabilire una sinergia tra scienza e letteratura, al fine di “favorire una fruttuosa contaminazione tra cultura scientifica e cultura umanistica”, spiega Antonio Messina, Presidente ed Amministratore Delegato di Merck Serono S.p.A.

libro mantovani

Le motivazioni del premio

“Immunità e vaccini” è stato premiato perché ritenuto “un libro importante, di forte impatto sociale e educativo. Mantovani con grande equilibrio, chiarezza e rigore scientifico spiega il funzionamento dei vaccini e la loro importanza, e guida il lettore alla scoperta dei progressi della ricerca. Spiega che proprio grazie a questa ricerca, oggi i vaccini promettono applicazioni terapeutiche importanti, come nel caso di alcuni tumori; se non ci fossero, tornerebbero a colpirci virus e batteri da tempo debellati (come poliomielite e difterite) e non avremmo uno scudo contro quelli che potrebbero colpirci in futuro.

La cerimonia di premiazione sarà martedì 12 luglio alle ore 19, a Villa Miani a Roma.

Per leggere di più sul libro Immunità e vaccini del prof. Alberto Mantovani, clicca qui

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici