COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Il dottor Hayato Kurihara eletto Presidente della Società Europea per la Chirurgia del trauma e d’Urgenza

Il dottor Hayato Kurihara, Responsabile Sezione Autonoma di Chirurgia d’Urgenza e del Trauma in Humanitas, è stato eletto Presidente della European Society for Trauma and Emergency Surgery (ESTES), la società scientifica di riferimento per la chirurgia d’urgenza e del trauma che raccoglie circa 10.000 iscritti.

Come ci spiega il dottor Kurihara: “C’è molta confusione su cosa sia veramente la Chirurgia d’Urgenza e del Trauma: si tratta di una disciplina complessa e non di una chirurgia semplicemente più veloce, come molti ritengono.

Questa chirurgia focalizza la propria attenzione sui pazienti più critici e fragili con problematiche addominali e traumatismi viscerali e scheletrici. Il chirurgo d’urgenza, oltre ad avere delle competenze tecniche specifiche deve essere anche esperto nella gestione del paziente critico non solo da un punto di vista tecnico, ma a 360 gradi, e deve necessariamente avere buone attitudini nel lavoro di squadra, di leadership e decision making”.

La gestione del paziente con trauma grave o patologia chirurgica acuta

“Non va sottovalutato il volume di pazienti che necessita di una gestione chirurgica urgente. Il trauma grave per esempio rappresenta in assoluto la prima causa di morte o di disabilità entro i 45 anni di età e l’incidenza dei pazienti con problematiche chirurgiche acute che necessitano provvedimenti urgenti è nettamente superiore all’incidenza di altre malattie quali diabete, cardiopatie ischemiche, tumori o altre malattie infettive”, prosegue lo specialista.

La necessità di una formazione specifica

“In un mondo sempre più giustamente orientato verso un’iper-specializzazione, si va purtroppo perdendo una formazione specifica su queste tematiche. Soltanto recentemente, grazie alla cooperazione tra la European Society for Trauma and Emergency Surgery e l’Unione Europea dei Medici Specialisti, siamo riusciti a sviluppare un esame di accreditamento per ottenere la Fellowship di Chirurgia d’Urgenza, e sono onorato di far parte della commissione esaminatrice”.

La nomina alla Presidenza della European Society for Trauma and Emergency Surgery

La European Society for Trauma and Emergency Surgery raccoglie oltre 10.000 iscritti sia individuali sia provenienti dalle rispettive Società Nazionali dedicate allo studio e all’evoluzione di quest’area della chirurgia.

“Credo che la sfida più grande di questa Società sia quella di attrarre in particolare i giovani chirurghi in modo che possano garantire le cure ottimali a questi pazienti che molto spesso hanno salutato i propri cari alla mattina e non sono rientrati a casa dopo un trauma o si sono precipitati improvvisamente in Pronto Soccorso a causa di un dolore addominale insorto improvvisamente magari nel cuore della notte. Questa società scientifica è la mia casa naturale e nel corso degli ultimi 13 anni mi ha permesso di crescere molto a livello professionale. Sono infine molto felice che per la prima volta sia stato eletto alla Presidenza un italiano, si pensi che il primo Congresso Internazionale di Chirurgia d’Urgenza si tenne proprio a Milano nel 1973”.

Chirurgia dell'Apparato Digerente ed Endoscopia Digestiva Chirurgica
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici