COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Gastrite: i consigli per contrastarla

La gastrite è un’infiammazione della parete interna dello stomaco. Può presentarsi in forma acuta, con sintomi improvvisi, oppure cronica, con uno sviluppo lento ma costante nel tempo. Spesso è dovuta alla presenza di Helicobacter pylori, ma può essere legata al consumo eccessivo di alcol o all’assunzione prolungata di farmaci antinfiammatori non steroidei.

I sintomi a essa associata possono essere dolori addominali, bruciori, calo dell’appetito, senso di pienezza, talvolta nausea e vomito.

Gli specialisti di Humanitas hanno fornito alcuni consigli per chi soffre di gastrite.

Gli alimenti che possono aiutare

Mangiare yogurt al mattino, a stomaco vuoto, può essere di aiuto, perché lo yogurt contiene batteri che contribuiscono alla protezione della mucosa gastrica e al mattino compiono la propria azione benefica al meglio. In caso di infezione da Helicobacter pylori, per la quale è in corso un trattamento, i probiotici dello yogurt migliorano i sintomi degli effetti collaterali dei farmaci.

Via libera anche a crucifere (broccoli, cavoli), aglio e cipolla, ricchi di composti solforati e polifenoli, alleati contro Helicobacter pylori. A contrastare lo stress ossidativo ci pensano i frutti di bosco, grazie alle sostanze antinfiammatorie, mentre i funghi proteggono lo stomaco, grazie all’azione di alcuni polisaccaridi.

Limitare il caffè ed eliminare gli alcolici

La caffeina può aumentare la secrezione acida dello stomaco, per cui è bene non superare le due tazzine al giorno di caffè, sempre a fine pasto perché gli alimenti ingeriti influiscono sulla secrezione acida.

Da evitare gli alcolici perché l’alcol danneggia la mucosa gastrica.

Dedicarsi all’attività sportiva e contrastare lo stress

Praticare un’attività fisica leggera e regolare aiuta a contrastare la gastrite: il movimento infatti aumenta la peristalsi intestinale e favorisce la digestione.

Cercare di ridurre i livelli di stress è importante se si soffre di gastrite. La tensione infatti aumenta l’adrenalina e il cortisolo nell’organismo che vanno a stimolare il sistema nervoso simpatico inducendolo a produrre acidi gastrici.

Infine è consigliabile consumare pasti piccoli ma frequenti, in modo da limitare la produzione di succhi gastrici per la digestione, e non fumare. Le sostanze dannose del fumo sono irritanti per lo stomaco, riducono l’afflusso del sangue ritardando così la guarigione di eventuali lesioni, e favoriscono l’insorgenza tumorale.

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici