COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Nuove prospettive per la cura del Parkinson

La stimolazione cerebrale profonda è un trattamento chirurgico volto a ridurre i sintomi motori debilitanti caratteristici dei disturbi del movimento come il Parkinson, la distonia e il tremore. Questa procedura è utilizzata anche per curare l’epilessia, il dolore cronico e i disturbi ossessivo-compulsivi. Ne hanno parlato il prof. Alfonso Fasano e il prof. Eric Wolters, visiting professors del Neuro Center di Humanitas.

Supporting the Elderly

Per il trattamento di quali disturbi è indicata la DBS?

La Deep Brain Stimulation o Stimolazione cerebrale profonda – ha spiegato il Alfonso Fasano, Professore Associato di Neurologia presso l’Università di Toronto – è una metodica volta a ridurre sintomi motori debilitanti caratteristici dei disturbi del movimento come il Parkinson, la distonia e il tremore essenziale”. “Oltre ai disturbi motori – aggiunge il prof. Fasano – è utilizzata anche per curare l’epilessia, il dolore cronico e i disturbi ossessivo-compulsivi”. Sono infine in corso dei trial per indagare le potenzialità di questo trattamento nella cura dei disturbi della memoria.

Malattia di Parkinson, perché è importante la connessione tra ricerca e clinica?

Grazie ad una ricerca più clinica – aggiunge il prof. Eric Wolters, presidente della International Association for Parkinson Disease and related disorders – siamo ora in grado di diagnosticare la malattia di Parkinson ancora prima che i primi sintomi motori appaiano. Siamo ora in grado di sospettare il possibile sviluppo della malattia di Parkinson e combinando questi dati con una scansione PET o SPECT possiamo arrivare alla diagnosi di malattia di Parkinson prodromica, che rappresenta un importante passo in avanti”.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici