Il prof. Alberto Mantovani – Direttore scientifico di Humanitas – in occasione del lancio della campagna “Dentro la vita” ha parlato dei traguardi e delle nuove prospettive della Ricerca immunologica e dell’importanza del 5×1000.

Il 5×1000 ha due valenze: una di tipo economico perché ci aiuta a fare Ricerca, ad acquisire la migliore strumentazione e a dare borse di studio e finanziamenti ai nostri giovani ed è proprio nei nostri giovani la speranza per il futuro. Ha poi anche una valenza che va al di là del sostegno economico: ci fa sentire che i cittadini di questo Paese sentono la Ricerca scientifica come una priorità e questa vicinanza con la società civile è una dimensione estremamente importante del 5×1000 per chi fa Ricerca.

Cosa vuol dire essere “dentro la vita”?

Essere “dentro la vita” per me ha due dimensioni. Una prima dimensione è quella della ricerca e della comprensione dei meccanismi della vita, in particolare quelli della vita delle cellule del sistema immunitario: come ci difendono, come possiamo fermarle quando sbagliano, come possiamo riattivarle quando ne abbiamo bisogno, come nel caso dei tumori. Essere “dentro la vita” da questo punto di vista pone le premesse per sviluppare nuove diagnosi e nuove terapie. Una seconda dimensione è quella dell’essere “dentro la vita” dei pazienti e non dimenticarci mai della sfida che costituiscono i pazienti, delle loro sofferenze e delle loro speranze.

Il ruolo dell’Immunologia e l’importanza del sistema immunitario

Le malattie autoimmuni e le malattie auto-infiammatorie colpiscono circa il 20% della popolazione. L’immunologia ha avuto un impatto profondo attraverso malattie diverse: ha avuto un impatto sulla terapia e la diagnosi delle malattie autoimmuni, ma anche su malattie che apparentemente non hanno nulla a che fare con quelle autoimmuni, come il cancro.
Il sistema immunitario è come una grande orchestra di cui non conosciamo ancora tutti gli orchestrali e tutti gli strumenti che vengono suonati. Identificare orchestrali e strumenti ha consentito, per esempio, di sviluppare nuove terapie contro le malattie autoimmuni e contro quelle infiammatorie.

La Ricerca in Humanitas

In Humanitas siamo attivamente impegnati nella Ricerca nel campo dell’Immunologia e della sua applicazione alle malattie. Abbiamo strumentazioni d’avanguardia, come quelle di Imaging che consentono di vedere le cellule e le molecole del sistema immunitario. Facciamo quella che viene chiamata Next Generation Sequencing, ovvero approcci di tipo genomico e in generale omico al funzionamento del sistema immunitario e alla diagnosi e alla terapia delle malattie su base immunologica.

I progetti a cui siamo dedicati spaziano ambiti molto diversi: dalle malattie autoimmuni classiche (come l’artrite reumatoide) e infiammatorie (per esempio dell’intestino, dei polmoni, della pelle), al cancro.