È stato conferito lo scorso 24 febbraio al professor Giulio Maira, il Premio “Raffaele Marinosci” per la Medicina, istituito dalla Fondazione Greco – Nuove Proposte Culturali. La proposta viene dal Vicesegretario Generale per le Relazioni Esterne del Quirinale, Lucrezia Ruggi D’Aragona.

“Campione della vita” per l’energia e l’entusiasmo che hanno ispirato tanti anni di professione e di impegno sociale, così è stato definito il prof. Giulio Maira da Valter Mainetti, Amministratore Delegato di Sorgente Group, che ha pronunciato la laudatio.

Il professor Maira, consultant presso l’Unità Operativa di Neurochirurgia in Humanitas, si occupa infatti da quarant’anni di neurochirurgia; ha operato oltre 13.500 pazienti, compresi artisti, Presidenti della Repubblica e Papi.

È inoltre Presidente della Fondazione Atena Onlus, da lui fondata nel 2001 con l’obiettivo di promuovere la ricerca nel campo delle neuroscienze, anche grazie alla collaborazione di alcuni tra i centri di neuroscienze più importanti al mondo.

In occasione della cerimonia, che si è svolta presso la Biblioteca del Quirinale a Roma, il prof. Maira ha tenuto una lectio magistralis su “La ricerca e la neurochirurgia”.