La terapia cardine del diabete è rappresentata da una dieta equilibrata e da una regolare attività fisica, cui associare una cura farmacologica che negli ultimi dieci anni è sensibilmente migliorata, come sottolinea il dottor Cesare Berra, Responsabile della Sezione di Diabetologia di Humanitas.

 

Quali sono le novità di cura che riguardano il diabete?

 “Oggi disponiamo di cure farmacologiche specifiche per ogni singolo tipo di diabete. Ogni paziente affetto da diabete è diverso da un altro e ha il diritto di avere un trattamento farmacologico costruito su misura, in conformità a quella che viene chiamata, proprio per questo, ‘terapia sartoriale’. Inoltre, i farmaci oggi in uso si caratterizzano per avere pochi effetti collaterali e per essere in grado di dare risultati anche extraglicemici, come il calo di peso e il miglioramento dei valori legati a colesterolo, trigliceridi e pressione”.

 

È possibile prevenire l’insorgenza del diabete?

“Si può prevenire l’insorgenza del diabete di tipo 2, che è legato a fattori di rischio esterni. In questi casi il diabete può essere prevenuto tenendo sotto controllo le malattie cardiovascolari e l’ipercolesterolemia, svolgendo un’attività fisica costante (aerobica) e adottando un’alimentazione regolare ed equilibrata”.