Lo stress è una reazione fisiologica del nostro organismo e non è affatto necessariamente negativa, anzi, in molte occasioni lo stress è la spinta a reagire a determinate situazioni, uno stimolo a fare meglio, una carica in più che ci consente per esempio di evitare pericoli. Se i meccanismi fisiologici sono uguali per tutti gli individui, a cambiare sono i modi di reagire a una situazione stressante.

Woman with headache sitting at desk

Gli effetti dello stress sulla salute

Il nostro corpo dunque è in grado di provare stress e reagirvi. Uno stress intenso, duraturo o non gestito però può avere conseguenze sulla salute con sintomi quali: mal di testa, fastidi allo stomaco, aumento della pressione sanguigna, dolore al petto e disturbi del sonno. Secondo diversi studi poi, lo stress può peggiorare sintomi o patologie già presenti.

Oltre a influire sullo stato di salute, una condizione di stress patologica può indurre chi ne soffre a trovare sollievo nell’alcol, nel fumo o nel consumo di sostanze stupefacenti. Sebbene apparentemente distensivo, l’uso di queste sostanze mantiene il nostro corpo in una condizione di stress, non fornendo affatto il rilassamento di cui ha bisogno.

 

Con quali sintomi si manifesta lo stress?

Una condizione di stress patologico può influire su diversi aspetti della vita di un individuo, coinvolgendo non solo la salute, ma anche i comportamenti e le emozioni. Poiché la gestione dello stress varia da persona a persona, anche i sintomi possono essere diversi.

Da un punto di vista emotivo, lo stress può manifestarsi con:

  • Agitazione, frustrazione e cambiamenti d’umore repentini
  • La sensazione di sentirsi sopraffatti, come se si stesse perdendo controllo o se ne avvertisse un bisogno maggiore
  • Difficoltà a rilassarsi
  • Scarsa autostima, solitudine, depressione, preoccupazione costante
  • Tendenza a evitare la relazione con altre persone

I sintomi fisici più comuni sono: