Per il terzo anno consecutivo Humanitas partecipa alla Notte dei Ricercatori in programma venerdì 25 settembre presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia con una tavola rotonda cui prenderanno parte la prof.ssa Michela Matteoli, Direttore dell’Istituto di Neuroscienze del Cnr e Responsabile del programma di Neuroscienze di Humanitas, il prof. Alberto Albanese, Responsabile di Neurologia, e il prof. Martin Monti, del Dipartimento Psicologia e Neurochirurgia, Università della California Los Angeles (UCLA): salute, tecnologia e ricerca per capire cosa accade davvero nel nostro cervello.

 

meetmetonight

MeetMeTonight, qual è il coinvolgimento di Humanitas?

Cervello e neuroscienze, i ricercatori di Humanitas sono tra i protagonisti di MeetMeTonight, evento milanese dedicato alla ricerca, alle scienze e alla tecnologia ormai giunto alla quarta edizione. Venerdì 25 settembre, presso la Sala delle Colonne (Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia), la professoressa Matteoli, Direttore dell’Istituto di Neuroscienze del Cnr e Responsabile del programma di Neuroscienze di Humanitas, e il prof. Albanese, Responsabile di Neurologia, saranno relatori del convegno “Mi ricordo quando… cervello e neuroscienze”.

Quali temi saranno affrontati dalla prof.ssa Matteoli e dal prof. Albanese?

Come funziona il cervello, questa macchina misteriosa e complessa? Come le sinapsi regolano la trasmissione dei segnali, i meccanismi dell’apprendimento e della memoria? E cosa succede quando le sinapsi, e quindi il cervello, si ammalano? Questi alcuni dei temi che saranno affrontati venerdì 25 settembre dalla prof.ssa Matteoli e dal prof. Albanese, nel suggestivo contesto della Sala delle Colonne (Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia).

Che cos’è MeetMeTonight?

MeetMeTonight è l’edizione milanese della Notte europea dei Ricercatori. L’evento, ormai giunto alla quarta edizione, si svolgerà per la prima volta in due giornate (venerdì 25 e sabato 26) e in due diverse sedi (la tradizionale location dei Giardini Indro Montanelli di via Palestro, e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di via San Vittore). Sono più di 500 i ricercatori delle università milanesi coinvolti in laboratori interattivi, dialoghi, conferenze e spettacoli. Fra le novità di quest’anno, anche l’adesione dell’Università Bocconi in qualità di main partner e di altri importanti istituti di ricerca nazionali, come Cnr e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, a dimostrare la volontà di far crescere l’evento per la città, investendo risorse ed entusiasmo sulla condivisione del patrimonio di ricerca e innovazione.

Tutte le attività di MeetMeTonight sono a ingresso gratuito.

È possibile consultare il programma completo di MeetMeTonight.