COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Clofibrato

Il clofibrato viene utilizzato per ridurre livelli eccessivi di colesterolo nel sangue e per abbassare trigliceridi e VLDL (le particelle nel sangue contenenti i trigliceridi) nel sangue.

Come funziona il clofibrato?

Il clofibrato agisce promuovendo la trasformazione delle VLDL in LDL (il colesterolo "cattivo") e delle LDL in HDL (il colesterolo "buono"). Inoltre aumenta leggermente la secrezione dei lipidi nella bile e, quindi, nell'intestino, inibisce la sintesi e aumenta l'eliminazione dell'apolipoproteina B presente nelle VLDL e modifica l'espressione di geni che portano ad effetti come la riduzione della secrezione di trigliceridi e l'aumento delle HDL.

Come si somministra il clofibrato?

Il clofibrato viene somministrato per via orale. In genere la posologia negli adulti è di quattro assunzioni al giorno.

Effetti collaterali del clofibrato

Fra i possibili effetti avversi del clofibrato sono inclusi:

È importante contattare subito un medico in caso di:

Controindicazioni e avvertenze

Il clofibrato è controindicato in presenza di malattie renali, patologie epatiche o cirrosi biliare.
La sua assunzione non è inoltre raccomandata a chi è in trattamento con altri farmaci per ridurre il colesterolo, come la lovastatina, la simvastatina, la pravastatina, l'atorvastatina o il gemfibrozil.

Prima dell'assunzione è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco, ad alimenti o ad altre sostanze
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare anticoagulanti, insulina o antidiabetici orali e altri farmaci per ridurre il colesterolo
  • se si soffre (o si ha sofferto) di ipotiroidismo, diabete o ulcere gastrointestinali
  • in caso di gravidanza o allattamento

Durante il trattamento è bene seguire le indicazioni del medico sulla dieta da seguire e l'attività fisica da svolgere.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici