COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Tetanitrato di pentaeritritolo

Il tetranitrato di pentaeritrolo viene utilizzato nel trattamento dell'angina e dell'insufficienza coronarica.

Che cos'è il tetranitrato di pentaeritrolo?

Il tetranitrato di pentaeritrolo è un vasodilatatore con proprietà simili a quelle della nitroglicerina. Una volta assunto viene convertito in un composto che attiva la sintesi di cGMP (guanosin 3'-5'-monofosfato ciclico), molecola che attiva una serie di reazioni a livello delle fibre muscolari lisce che portano al loro rilassamento e alla vasodilatazione.

Come si assume il tetranitrato di pentaeritrolo?

In genere il tetranitrato di pentaeritritolo viene somministrato per via orale, sotto forma di compresse o capsule (anche a rilascio prolungato). Deve essere assunto a stomaco vuoto, deglutendo compresse e capsule rigorosamente intere con un bicchiere d'acqua.

Effetti collaterali del tetranitrato di pentaeritrolo

Il tetranitrato di pentaeritritolo può causare lievi mal di testa quotidiani; la loro comparsa è un segnale del funzionamento del farmaco.

Fra gli altri possibili effetti avversi del tetranitrato di pentaeritritolo sono inclusi:

  • arrossamenti in volto
  • battito cardiaco accelerato
  • capogiri
  • nausea

È importante contattare subito un medico in caso di:

  • rash
  • orticaria
  • difficoltà respiratorie
  • senso di oppressione o dolore al petto
  • gonfiore di bocca, volto, labbra o lingua
  • vista appannata
  • fiato corto o difficoltà respiratorie
  • forte debolezza
  • svenimenti

Controindicazioni e avvertenze

Prima di assumere tetranitrato di pentaeritritolo è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco (in particolare ad altri nitrati), ad alimenti o ad altre sostanze
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare farmaci contro la pressione alta
  • se si soffre (o si ha sofferto) di anemia, glaucoma, pressione bassa
  • in caso di infarto
  • in caso di traumi cranici
  • in caso di ictus
  • in caso di gravidanza o allattamento

In caso di assunzione di tetranitrato di pentaeritritolo bisogna evitare il consumo di alcolici.
Bisogna inoltre ricordare che il farmaco può causare capogiri e una sensazione di avere la testa leggera che possono compromettere le capacità di guidare o di manovrare macchinari pericolosi. Inoltre per evitare incidenti associati a questi capogiri è bene alzarsi lentamente sia da posizione sdraiata che da posizione seduta.

Il trattamento non deve mai essere interrotto bruscamente senza aver consultato il medico.

È bene informare medici, chirurghi o dentisti dell'assunzione di tetranitrato di pentaeritritolo.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici