COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Sodio ferrigluconato

Il sodio ferrigluconato viene utilizzato per trattare l’anemia da carenza da ferro, in particolare nei pazienti in emodialisi che stanno ricevendo anche eritropoietina.

 

 

Che cos’è il sodio ferrigluconato?

Il sodio ferrigluconato è un complesso a base di ferro. Agisce rifornendo l’organismo del ferro di cui ha bisogno.

 

 

Come si assume il sodio ferrigluconato?

Il sodio ferrigluconato viene somministrato mediante iniezioni.

 

 

Effetti collaterali del sodio ferrigluconato

Fra i possibili effetti avversi del sodio ferrigluconato sono inclusi:

 

È importante contattare subito un medico in caso di:

  • rash
  • orticaria
  • prurito
  • difficoltà respiratorie
  • senso di oppressione o dolore al petto
  • gonfiore di bocca, volto, labbra o lingua
  • bruciore, intorpidimento o pizzicore
  • dolore, arrossamenti o sensibilità ai polpacci o alle gambe
  • tosse
  • capogiri o sensazione di avere la testa leggera
  • svenimenti
  • battito cardiaco accelerato, rallentato o irregolare
  • febbre o brividi
  • vampate
  • aumento della sudorazione
  • debolezza muscolare
  • nausea, vomito o mal di testa forti o persistenti
  • forte dolore al petto, alla schiena, all’inguine o al fianco
  • fiato corto
  • gonfiore
  • respiro sibilante
  • dolore, arrossamento o gonfiori al sito di iniezione

 

 

Controindicazioni e avvertenze

L’uso di sodio ferrigluconato è controindicato in caso di anemia non associata a bassi livelli di ferro nel sangue o se questi ultimi sono elevati.

 

Prima dell’assunzione è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco (in particolare a prodotti a base di ferro somministrati in vena), ad alimenti o ad altre sostanze
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare prodotti a base di ferro da assumere per via orale
  • se si soffre (o si ha sofferto) di infiammazioni gastrointestinali, ulcere, porfiria o talassemia
  • in caso di trasfusioni di sangue multiple
  • in caso di gravidanza o allattamento

 

Il sodio ferrigluconato può causare capogiri che possono essere aggravati dall’alcol e da alcuni medicinali. È importante non guidare e non manovrare macchinari pericolosi fino a che non viene escluso questo effetto avverso e sedersi o alzarsi lentamente in caso di giramenti di testa.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici