COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Diidroergotamina

La Diidroergotamina viene utilizzata nella prevenzione e nel trattamento delle emicranie con o senza aura e dell’emicrania a grappolo.

 

Che cos’è la Diidroergotamina?

La Diidroergotamina è un derivato dell’ergot. Agisce causando il restringimento dei vasi sanguigni nel cervello. In questo modo aiuta ad alleviare le emicranie.

 

Come si assume la Diidroergotamina?

La Diidroergotamina può essere somministrata mediante iniezioni in vena, intramuscolari o sottocutanee o sotto forma di spray nasale.

 

Effetti collaterali della Diidroergotamina

Fra i possibili effetti avversi della diidroergotamina sono inclusi:

 

È bene contattare subito un medico in caso di:

 

Controindicazioni e avvertenze

La Diidroergotamina non deve essere assunta in caso di malattie cardiovascolari, infarto, dolori al torace, recenti interventi al cuore o ai vasi sanguigni, gravi malfunzionamenti di fegato o reni, ipertensione non controllata, emicrania emiplegica o basilare, malattie ematologiche o infezioni.
La sua assunzione è controindicata anche in caso di trattamento con altri farmaci contro l’emicrania (se assunti nelle 24 ore precedenti), delavirdina, efavirenz, inibitori della proteasi dell’HIV, antimicotici imidazolici, macrolidi, ketolidi, sumatriptan o voriconazolo.
Durante il trattamento è bene evitare anche il consumo di pompelmo o il suo succo.
La Diidroergotamina può compromettere le capacità di guidare e di manovrare macchinari pericolosi, soprattutto se assunta insieme ad alcolici o ad altri medicinali.

Prima di iniziare il trattamento è importante informare il medico:

  • di allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o ad altri farmaci (in particolare ai derivati dell’ergot) o alimenti
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, citando in particolare betabloccanti, delavirdina, efavirenz, inibitori della proteasi dell’HIV, antimicotici imidazolici, ketolidi, macrolidi, sumatriptan, voriconazolo, droxidopa o simpatomimetici
  • se si soffre (o si ha sofferto) di pressione alta, colesterolo alto, diabete, malattie epatiche o renali, porfiria, fiato corto
  • se si ha una storia familiare di malattie cardiache
  • se si fuma o si è in sovrappeso
  • se si è in menopausa
  • in caso di isterectomia
  • se l’emicrania è diversa da quelle di cui si soffre generalmente
  • in caso di gravidanza o allattamento
Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici