COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Candesartan

Il candesartan appartiene alla classe degli inibitori del recettore dell'angiotensina II e agisce bloccando l'azione di molecole naturali che causano il restringimento dei vasi sanguigni. In questo modo permette al sangue di fluire più facilmente al cuore e di pomparlo più efficientemente.

A cosa serve il candesartan?

Il candesartan viene utilizzato da solo o in combinazione con altri farmaci in caso di pressione alta, ma non permette di curarla. L'effetto è un controllo dei valori pressori, che possono richiedere anche 4 o 6 settimane prima di diminuire significativamente.
Il candesartan può inoltre può essere utilizzato, anche in combinazione con altri farmaci, per trattare lo scompenso cardiaco congestizio.
A volte trova applicazione anche nel trattamento della nefropatia diabetica.

Come si assume il candesartan?

Il candesartan si assume per via orale sotto forma di compresse. In genere deve essere assunto 1 o 2 volte al giorno, a stomaco pieno o vuoto. Inizialmente il medico potrebbe prescrivere un basso dosaggio per poi aumentarlo gradualmente.

Effetti collaterali del candesartan

Fra i possibili effetti avversi del candesartan sono inclusi:

È bene rivolgersi subito a un medico in caso di:

Controindicazioni e avvertenze

Prima di assumere il candesartan è importante informare il medico:

  • di allergie al principio attivo, agli eccipienti del farmaco o ad altri medicinali
  • se si soffre di diabete e se si sta assumendo aliskiren
  • se si tanno assumendo altri medicinali, fitoterapici o integratori, in particolare, ACE inibitori, aspirina o altri Fans, diuretici, antidiabetici, farmaci contro la pressione alta e integratori di potassio
  • se si soffre (o si è sofferto) di patologie cardiache, renali o epatiche
  • se si sta allattando al seno.

Bisogna inoltre evitare di assumere sostituti del sale a base di potassio senza prima parlarne con il medico e avvisare il chirurgo o il dentista nel caso del fatto che si sta assumendo candesartan.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici