COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

International Patients
+39 02 8224 6579

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Acido fenofibrico

L'Acido fenofibrico viene utilizzato per ridurre il colesterolo e i trigliceridi nel sangue.

Che cos'è l'Acido fenofibrico?

L'Acido fenofibrico è un agente in grado di ridurre i livelli di lipidi nel sangue. Agisce aumentando i livelli di colesterolo HDL (quello "buono"), promuovendo la rimozione dei trigliceridi dal sangue e riducendo i livelli di colesterolo cattivo.

Come si assume l'Acido fenofibrico?

L'Acido fenofibrico viene somministrato per via orale, in genere sotto forma di pillole o compresse.
La sua assunzione deve avvenire nell'ambito di un regime alimentare adatto al mantenimento dei livelli di lipidi ematici nella norma.

Effetti collaterali dell'Acido fenofibrico

L'assunzione di Acido fenofibrico può essere associata a miopatie e a gravi reazioni cutanee.
Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È bene contattare subito un medico in caso di:

Controindicazioni e avvertenze

L'Acido fenofibrico non deve essere assunto in caso di problemi alla cistifellea o al fegato o di gravi disturbi renali, né durante l'allattamento.
In caso di trattamento con resine sequestranti gli acidi biliari, l'assunzione deve avvenire tra 4 e 6 ore prima o un'ora dopo quella di acido fenofibrico.

Prima di iniziare il trattamento è importante informare il medico:

  • di allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o ad altri farmaci (in particolare al fenofibrato) o alimenti
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, citando in particolare betabloccanti, estrogeni, diuretici, colchicina, statine, immunosoppressori o altri farmaci che possono danneggiare i reni, probenecid e anticoagulanti
  • se si soffre (o si ha sofferto) di diabete, ipotiroidismo, problemi cardiaci, disturbi alla cistifellea, pancreatite, problemi renali, epatici o muscolari, trombosi venosa profonda o embolia polmonare
  • se si è in forte sovrappeso
  • se di conduce uno stile di vita sedentario
  • se si hanno cattive abitudini alimentari
  • se si bevono alcolici
  • in caso di gravidanza o allattamento

È bene informare medici, chirurghi e dentisti del trattamento con Acido fenofibrico.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici