COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Temazepam

Il temazepam è utilizzato principalmente contro i problemi di insonnia. Può ad esempio aiutare ad addormentarsi o ad evitare risvegli durante il sonno.

 

Che cos'è il temazepam?

Il temazepam è una benzodiazepina. Agisce su molecole celebrali che, se non in equilibrio, possono causare insonnia.

 

Come si assume il temazepam?

Il temazepam si assume per via orale subito prima di coricarsi.

 

Effetti avversi riconosciuti

Fra i possibili effetti avversi del temazepam sono inclusi:

 

È bene contattare subito un medico in caso di:

 

Avvertenze

L'assunzione di temazepam è controindicata durante la gravidanza e prima del compimento dei 18 anni di età.

Prima di iniziare il trattamento è importante informare il medico:

  • di allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a farmaci (in particolare ad altre benzodiazepine) o alimenti
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare fluvoxamina, itraconazolo, ketoconazolo e nefazodone
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi respiratori, glaucoma, malattie epatiche o renali, miastenia gravis, depressione
  • in caso di istinti suicidi
  • in caso di dipendenza da droghe o alcol
  • in caso di gravidanza o allattamento

Il farmaco può causare sonnolenza e dipendenza e non deve essere assunto insieme all'alcol o a medicinali che possono a loro volta indurre sonnolenza.