COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Ritodrina

La ritodrina viene utilizzata per bloccare contrazioni premature durante la gestazione.

Che cos'è la ritodrina?

La ritodrina si lega ai recettori beta2-adrenergici presenti sulla membrana esterna delle cellule del miometrio, scatenando una serie di reazioni che portando alla riduzione dei livelli di calcio nella cellula riduce le contrazioni dell'utero.

Come si assume la ritodrina?

La ritodrina può essere somministrata per via orale (sotto forma di compresse o capsule) o mediante iniezioni.

Effetti collaterali della ritodrina

Fra i possibili effetti avversi della ritodrina sono inclusi:

  • mal di testa
  • arrossamenti cutanei
  • tremori
  • ansia
  • problemi emotivi
  • agitazione, nervosismo o irrequietezza

È importante contattare subito un medico in caso di:

Nel caso in cui disturbi cardiaci o respiratori, nausea o vomito e nervosismo o tremori siano severi è bene recarsi al pronto soccorso.

Controindicazioni e avvertenze

Prima della somministrazione di ritodrina è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco, ad alimenti o ad altre sostanze.
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare acebutololo, atenololo, bufenololo, betaxololo, bevantololo, bisoprololo, bopindololo, carteololo, carvedilolo, celiprololo, esmololo, furazolidone, iproniazide, isocarboxazide, labetalolo, landiololo, levobunololo, linezolid, mepindololo, blu di metilene, metipranololo, moclobemide, nadololo, nebivololo, nepradilolo, oxprenolo, pargilina, penbutololo, fenelzina, sindololo, procarbazina, propranololo, rasagilina, selegilina, sotalolo, talinololo, tertatololo, timololo e tranilcipromina.
  • se si soffre (o si ha sofferto) di diabete, ipertensione, emicrania, malattie cardiovascolari o ipertiroidismo.