COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Naloxone

Il Naloxone è utilizzato per invertire l'effetto dei narcotici utilizzato durante gli interventi chirurgici o nel trattamento del dolore. Può inoltre essere utilizzato per trattare l'overdose da narcotici o nella diagnosi della dipendenza da questi farmaci.

 

Che cos'è il Naloxone?

Il Naloxone è un farmaco narcotico. Agisce invertendo gli effetti di altri narcotici secondo meccanismi non ancora del tutto definiti; si pensa che ne antagonizzi l'effetto competendo con loro per il legame con gli stessi recettori degli oppioidi.

 

Come si assume il Naloxone?

Il Naloxone è somministrato esclusivamente da personale medico tramite iniezioni intramuscolari, sottopelle o direttamente in vena.

 

Effetti collaterali del Naloxone

È importante avvisare il medico nel caso in cui il naloxone scateni:

 

In caso di trattamento contro la dipendenza da narcotici il farmaco può causare sintomi da astinenza, come:

 

È bene consultare subito un medico in caso di:

 

Avvertenze

In caso di trattamento con Naloxone è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o a qualsiasi altro farmaco o alimento
  • degli altri medicinali, dei fitoterapici e degli integratori che si stanno assumendo
  • nel caso in cui si soffra (o si abbia sofferto) di malattie cardiache, convulsioni, traumi cranici o tumori al cervello, dipendenza da droghe o da alcol
  • in caso di gravidanza o allattamento al seno