COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Metolazone

Il Metolazone è in grado di inibire i canali del sodio espressi sulla superficie delle cellule del tubulo distale e del tratto ascendente dell’ansa di Henle del nefrone (unità funzionale del rene), riducendo il riassorbimento di sodio e promuovendone l’escrezione e il conseguente effetto diuretico. Il Metolazone viene espulso per circa l’80% con le urine e per il restante 20% per via biliare.

 

A cosa serve il Metolazone?

Il Metolazone è un principio attivo che viene utilizzato per il trattamento dell’ipertensione di gravità medio-bassa e delle condizioni edematose caratterizzate da una maggiore ritenzione idro-salina. In caso di ipertensione severa questo farmaco viene spesso utilizzato in abbinamento ad altri farmaci antipertensivi.

 

Come si assume il Metolazone?

L’assunzione di questo principio attivo avviene per lo più per via orale (è commercializzato sotto forma di compresse).

 

Effetti collaterali del Metolazone

Diversi sono gli effetti avversi riconosciuti dovuti all’utilizzo del Metolazone, che possono variare in base alla sensibilità del soggetto, al dosaggio prescritto e alla durata della terapia. Tra i più comuni sono stati rilevati sintomi principalmente riconducibili all’azione diuretica del farmaco:

Possono essere rilevati anche effetti avversi di interesse ematologico come aumento della glicemia, dell’azotemia, della creatinina, gotta e alterazione dell’emocromo. Dal punto di vista dermatologico possono rilevarsi reazioni come orticaria, esantemi e angiopatie.

 

Controindicazioni e avvertenze associate all’uso di Metolazone

Controindicazioni nella somministrazione di questo farmaco sussistono in caso di diminuzione della concentrazione ematica di potassio (ipokaliemia), riduzione della concentrazione ematica di sodio (iponatriemia), morbo di Addison (insufficienza corticosurrenalica cronica).
Come accade nel caso della somministrazione di tutti i diuretici, è bene assicurarsi prima di intraprendere l’assunzione di Metolazone di monitorare costantemente i parametri di sodiemia, potassiemia, azotemia, uricemia e glicemia. Particolare attenzione deve essere posta in caso di pazienti con diabete, in terapia ipoglicemizzante o con la gotta.
Per quanto riguarda l’assunzione del farmaco in gravidanza, il Metolazone può facilmente attraversare la barriera placentare ed esporre il feto al rischio di ittero e piastrinopenia: l’assunzione durante la gravidanza è dunque sconsigliata. Poiché il principio attivo può inoltre essere secreto inalterato nel latte materno, è consigliata la sospensione dell’allattamento durante l’assunzione del farmaco.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici