COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Ipodato

L'ipodato viene utilizzato nel trattamento dell'ipotiroidismo associato al morbo di Graves nei casi in cui altre terapie più convenzionali sono controindicate o quando è necessario far fronte rapidamente a una tireotossicosi.
Trova inoltre impiego nella diagnosi dei disturbi che possono colpire la cistifellea.

Che cos'è l'ipodato?

L'ipodato è un mezzo di contrasto opaco alle radiazioni. Oltre a bloccare il passaggio dei raggi X inibisce la conversione della tiroxina in triiodotironina e riduce la secrezione degli ormoni tiroidei.

Come si assume l'ipodato?

In genere l'ipodato viene somministrato per via orale.

Effetti collaterali dell'ipodato

L'utilizzo di ipodato può interferire con alcune analisi di laboratorio. Inoltre è stato associato a insufficienza renale acuta.

Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È importante rivolgersi subito a un medico in caso di:

  • gonfiori a volto, gola, lingua o labbra
  • rash
  • prurito
  • orticaria
  • senso di oppressione al petto
  • difficoltà respiratorie
  • lividi o emorragie
  • forte diarrea
  • grave nausea o vomito
  • problemi nella minzione

Controindicazioni e avvertenze

L'uso dell'ipodato può essere controindicato in presenza di problemi al fegato o ai reni.

Prima della somministrazione è bene informare il medico:

  • di allergie al principio attivo, ad altri farmaci, ad altre sostanze o ad alimenti, in particolare alle penicilline, a mezzi di contrasto contenenti iodio o ad allergeni cutanei
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare meglumina, mezzi di contrasto per l'urografia e colestiramina
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi gastrointestinali, ostruzioni epatiche o dei dotti biliari, malfunzionamento del fegato, asma, malattie coronariche, disidratazione, ipertiroidismo, iperuricemia o problemi renali
  • in caso di gravidanza o allattamento
Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici