COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Proglumetacina

La proglumetacina è utilizzata nel trattamento di problemi muscoloscheletrici e articolari. Trova ad esempio applicazione in caso di attacchi acuti di gotta, borsite, artrosi, artrite reumatoide, spondilosi e tendinite. Può essere utile anche in caso di dismenorrea.

 

 

Che cos’è la proglumetacina?

La proglumetacina agisce inibendo gli enzimi cicloossigenasi, impendendo così la sintesi di molecole coinvolte nei processi infiammatori.

 

 

Come si assume la proglumetacina?

La proglumetacina viene somministrata per via orale, sotto forma di compresse o capsule.

 

 

Effetti collaterali della proglumetacina

L’assunzione di proglumetacina può essere associata a disturbi gastrointestinali.

 

È importante contattare subito un medico in caso di:

 

 

Controindicazioni e avvertenze

La proglumetacina può essere controindicata in caso di problemi epatici o renali. Inoltre non dovrebbe essere assunta durante la gravidanza.

 

Prima di assumerla è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, a qualsiasi altro farmaco, ad alimenti o ad altre sostanze
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi epatici, cardiaci o renali, asma, lesioni gastrointestinali o disturbi emorragici

. in caso di gravidanza o allattamento

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici