COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Flunisonide

La Flunisolide viene spesso prescritta per trattare e prevenire i sintomi della rinite allergica, inclusi starnuti, prurito e naso chiuso o che cola.
Può inoltre essere utilizzata per prevenire disturbi associati all'asma o ad altri problemi a livello polmonare, come respiro sibilante, fiato corto e difficoltà respiratorie.

Che cos'è la Flunisolide?

La flunisolide è un corticosteroide che agisce attivando i recettori dei glucocorticoidi ed esercitando un effetto antinfiammatorio.

Come si assume la Flunisolide?

La flunisolide può essere inalata per via nasale o per via orale. La posologia può variare a seconda dei casi da 1 a 4 inalazioni al giorno.

Effetti collaterali della Flunisolide

Fra i possibili effetti avversi della flunisolide sono inclusi:

È importante contattare subito un medico in caso di:

Avvertenze

Durante il trattamento con flunisolide potrebbe essere prescritta un'alimentazione a basso contenuto di sodio e di sale, ricca di potassio o ricca di proteine.

La flunisolide può aumentare la sensibilità gastrointestinale all'azione irritante di alcol, aspirina e alcuni farmaci contro l'artrite, aumentando così il rischio di ulcera.

Prima di assumere il farmaco è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o a qualsiasi altro medicinale
  • degli altri medicinali, dei fitoterapici e degli integratori che si stanno assumendo, in particolare medicinali per l'artrite, aspirina, anticoagulanti, ciclosporina, digossina, diuretici, estrogeni, ketoconazolo, contraccettivi orali, fenobarbital, fenitoina, rifampin, teofillina e vitamine
  • nel caso in cui si soffra (o si abbia sofferto) di infezioni da funghi, malattie epatiche, renali, intestinali o cardiache, diabete, ipotiroidismo, pressione alta, malattie psichiatriche, miastenia gravis, osteoporosi, herpes oftalmico, convulsioni, ulcere o tubercolosi
  • in caso di gravidanza o allattamento al seno
Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici