COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Fludarabina Fosfato

La Fludarabina fosfato è utilizzata per trattare forme di leucemia che non rispondono ad altre terapie o che sono peggiorate durante altri trattamenti.

Che cos'è la Fludarabina fosfato?

La Fludarabina fosfato è un antimetabolita. Agisce impedendo alle cellule tumorali di riprodursi, inducendone la morte.

Come si assume la Fludarabina fosfato?

La Fludarabina fosfato può essere somministrata tramite iniezioni direttamente in vena o per via orale, in genere sotto forma di compresse.

Effetti collaterali della Fludarabina fosfato

La Fludarabina può ridurre il numero di piastrine e la capacità di combattere le infezioni. Inoltre è stata associata alla comparsa di tumori alla pelle (o al peggioramento di tumori alla pelle già presenti), di gravi problemi al midollo osseo, della leucemia mieloide acuta e della leucoencefalopatia multifocale progressiva. Inoltre può causare, negli uomini, un'infertilità anche permanente.
Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È importante contattare subito un medico nel caso in cui l'uso del fludarabina fosfato fosse associato a:

Avvertenze

La Fludarabina fosfato può compromettere le capacità di guidare o di manovrare macchinari pericolosi, soprattutto se assunta insieme ad alcolici o ad altri medicinali.

La Fludarabina fosfato non deve essere assunta insieme alla pentostatina o in caso di grave malfunzionamento renale. Prima di iniziare il trattamento è inoltre importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ad altri farmaci o a qualsiasi alimento
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare pentostatina e digossina
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi al midollo osseo o al sangue, disturbi emorragici, malattie renali, disturbi del sistema immunitario, problemi al sistema nervoso, infezioni, cancro della pelle o anemia emolitica autoimmune
  • in caso di test di Coombs positivo
  • in caso di chemioterapia o radioterapia (anche in passato)
  • in caso di reazioni autoimmuni alla somministrazione di fludarabina
  • in caso di trasfusioni di sangue
  • in caso di gravidanza o di allattamento al seno

Durante il trattamento non bisogna sottoporsi a vaccini vivi. In caso di vomito o diarrea è importante evitare la disidratazione.

È infine bene utilizzare metodi contraccettivi fino a 6 mesi dopo l'interruzione del trattamento. 

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici