COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Cloramfenicolo

Il Cloramfenicolo viene utilizzato per trattare alcune gravi infezioni di origine batterica. In genere, il suo impiego è riservato ai casi in cui non possono essere utilizzati altri antibiotici.

Come funziona il Cloramfenicolo?

Il Cloramfenicolo interferisce con la sintesi delle proteine da parte dei batteri. Esercita un'azione prevalentemente batteriostatica.

Come si assume il Cloramfenicolo?

Il Cloramfenicolo viene somministrato direttamente in vena. Il trattamento viene effettuato in ospedale; in genere prevede una somministrazione ogni sei ore e la sua durata è variabile da caso a caso.
Nel momento in cui le condizioni del paziente migliorano il medico può decidere di completare la terapia utilizzando un altro antibiotico.

Effetti collaterali del Cloramfenicolo

Nei bambini prematuri, nei neonati e nei figli delle donne che hanno ricevuto cloramfenicolo durante il travaglio, il farmaco può provocare la cosiddetta sindrome del bambino grigio. I suoi possibili sintomi, che in genere compaiono dopo 3-4 giorni di trattamento, includono gonfiori di stomaco, vomito, cianosi, pressione bassa e difficoltà respiratorie. Nel peggiore dei casi questa condizione può essere fatale.

Fra gli altri possibili effetti avversi del cloramfenicolo sono inclusi:

È importante contattare subito un medico nel caso in cui la terapia a base di bleomicina scateni:

Avvertenze

Prima del trattamento con cloramfenicolo è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo o ai suoi eccipienti
  • di eventuali trattamenti precedenti con cloramfenicolo
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare anticoagulanti, aztreonam, cefalosporine, vitamina B12, acido folico, integratori di ferro, antidiabetici orali, fenobarbital, fenitoina, rifampicina e medicinali che possono ridurre il numero di cellule del sangue
  • se si soffre (o si ha sofferto) di malattie renali o epatiche
  • in caso di gravidanza o allattamento al seno

È importante informare chirurghi o dentisti di eventuali terapie con cloramfenicolo.