COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 82224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Silimarina

Che cos’è la silimarina?

La silimarina è una miscela di silibina, silicristina e silidianina (nei rapporti rispettivamente 3:1:1), ovvero tre principi attivi che si trovano in diverse piante, tra cui il Silybum marianum (cardo mariano o cardo latteo).

A cosa serve la silimarina?

La silimarina è un composto con importanti proprietà protettive per il fegato: in particolare sarebbe in grado di proteggere le cellule epatiche dalle infiammazioni e dai danni procurati dallo stress ossidativo e, allo stesso tempo, di potenziare la sintesi delle proteine epatiche; sembrerebbe dunque utile nel supporto della salute e della funzionalità di questo organo anche in caso di sofferenza importante dovuta a malattie come epatiti (anche acute, infettive e tossiche), intossicazioni epatiche, cirrosi e altre patologie a carico del fegato, anche croniche. Poiché è in grado di limitare gli effetti tossici sul fegato dovuti all'assunzione di steroidi anabolizzanti orali, viene impiegata anche in ambito sportivo come prodotto "disintossicante" per questo organo. Secondo alcuni studi, infine, la silimarina sarebbe in grado di incrementare la fisiologica produzione di latte nelle donne che allattano.

Attualmente non risultano claim autorizzati dall’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) specifici per i prodotti a base di silimarina. La proposta dell'indicazione secondo cui questa sostanza sarebbe in grado di aumentare la fisiologica produzione di latte nelle donne che allattano, è stata rifiutata a causa dell’assenza di prove scientifiche sufficienti a giustificarla. 

Avvertenze e possibili controindicazioni

Dagli studi condotti fino a oggi sugli eventuali effetti avversi procurati dall'assunzione di silimarina, non sono emersi particolari effetti negativi o tossici. Tra gli effetti collaterali dovuti soprattutto a un uso ad alte dosi della sostanza figurano principalmente disturbi a carico del sistema gastrointestinale (soprattutto diarrea, seguita da difficoltà digestive, nausea, gonfiore addominale).

 

 

Disclaimer 

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

 

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici