COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Guaranà

Che cos’è il guaranà?

Il guaranà è una pianta che prende il nome dal popolo dei Guaranì, originario dell’Amazzonia, che ne utilizza i semi per produrre una bevanda. Oggi gli stessi semi sono utilizzati a scopo medicinale in virtù della presenza di caffeina, sostanza che agisce stimolando il sistema nervoso centrale, il cuore e i muscoli. Inoltre il guaranà contiene teofillina e teobromina, molecole simili alla caffeina.

 

A cosa serve il guaranà?

L’assunzione di guaranà viene consigliata per perdere peso, contro l’ansia, per aumentare le performance atletiche, come stimolante e per ridurre l’affaticamento fisico e mentale. Inoltre viene utilizzato per combattere la pressione bassa e la sindrome da fatica cronica, per prevenire la malaria e la dissenteria, per aumentare il desiderio sessuale e il flusso di urina, come astringente e per trattare diarrea, febbre, problemi cardiaci, mal di testa, dolori articolari e alla schiena e stress da calore. Le prove scientifiche di questi e degli altri usi del guaranà non sono però sufficienti a garantirne l’efficacia.

 

Avvertenze e possibili controindicazioni

In individui adulti il guaranà è considerato sicuro fino a che viene assunto nelle dosi presenti nel cibo; la sua assunzione in dosi medicinali deve essere invece limitata a brevi periodi di tempo. 
Dosi superiori a 250-300 mg al giorno sono state associate a effetti collaterali come insonnia, irrequietezza, nervosismo, aumento della frequenza cardiaca, della respirazione e della pressione, tremori, ansia, acufeni, nausea e vomito. La responsabilità è attribuita alla caffeina, che rende il guaranà potenzialmente fatale se assunto a dosi molto elevate.
L’assunzione di guaranà è sconsigliata in caso di ansia, disturbi emorragici, diabete, diarrea, sindrome dell’intestino irritabile, malattie cardiache, pressione alta, glaucoma e osteoporosi. 
Infine, il guaranà non deve essere assunto insieme alle anfetamine, all’efedrina e alla cocaina. È inoltre bene fare attenzione all’assunzione combinata con adenosina, chinoloni, cimetidina, clozapina, dipiridamolo, disulfiram, estrogeni, fluvoxamina, litio, MAO inibitori, anticoagulanti e antiaggreganti, nicotina, fentobarbital, fenilpropanolamina, riluzolo, teofillina, verapamil, alcol, pillola anticoncezionale, fluconazolo, antidiabetici, mexiletina e terbinafina.

 

 

Disclaimer  

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici