COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Ricotta forte

Che cos’è la ricotta forte?

La ricotta forte (nota anche come ricotta ascuante, 'scante, scanta o ashcande) è un latticino tipico della Puglia centro-meridionale e della Basilicata materana ottenuto dalla filtrazione del siero di latte con eventuale aggiunta di latte al 10-12%, attraverso un processo di doppia cottura. Può essere ottenuta a partire da siero di latte di vacca, di pecora, di capra oppure misto. Il risultato finale è un prodotto spalmabile, dalla consistenza morbida e cremosa, dall’odore pungente e dal gusto piccante.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 g di ricotta forte apportano 250 Calorie e:

 

  • 25% di materia grassa
  • 14,2 % di materia proteica
  • 0,5% di carboidrati

 

La ricotta forte viene preparata aggiungendo 20 grammi di sale ogni kg di prodotto.

 

Quando non mangiare la ricotta forte?

Il latticini non devono essere assunti insieme alla ciprofloxacina e alle tetracicline. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

 

Reperibilità della ricotta forte

La ricotta forte viene prodotta tutto l’anno, ma il picco di produzione è compreso tra ottobre e maggio. Rispetto alla ricotta fresca si conserva più a lungo, ma dopo qualche mese sulla sua superficie si separa uno strato oleoso dal colore giallastro.

 

Possibili benefici e controindicazioni

La ricotta forte porta con sé i benefici dei latticini. La sua composizione nutrizionale può variare a seconda del latte di origine, in particolare dall’animale da cui è munto (vacca, pecora o capra) e dalla sua alimentazione, ma in generale i latticini sono considerati buone fonte di vitamine e minerali alleati del buon funzionamento del metabolismo e delle difese antiossidanti dell’organismo.

D’altra parte, i latticini non devono essere consumati in quantità eccessive perché sono fonte di grassi saturi, colesterolo e sodio. I primi due, se assunti in quantità troppo elevate, possono aumentare i livelli di colesterolo nel sangue; per questo gli adulti in buone condizioni di salute dovrebbero limitarne l’assunzione, rispettivamente, a non più del 10% delle calorie quotidiane e a non più di 300 mg al giorno. Anche il sodio non deve essere assunto in eccesso; per proteggere la salute cardiovascolare è bene limitarlo a un massimo di 2 grammi al giorno.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

 

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici