COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Pomelo

Che cos'è il pomelo?

Il pomelo è un agrume frutto del Citrus maxima o Citrus grandis, albero originario dell'Asia del sud. Insieme con il cedro e il mandarino è considerato uno delle tre Specie originarie da cui derivano tutti gli agrumi attualmente esistenti. È l'agrume più grande tra quelli esistenti (cresce fino a 30 cm di diametro e può arrivare a pesare 10 kg) e si presenta molto simile a un pompelmo – anche nel sapore – con buccia liscia di colore verde-giallo con sfumature rosate e dalla polpa caratteristica per essere particolarmente asciutta e ricca di semi con colori che vanno dal giallo al rosa. Caratteristica è anche la presenza di uno spesso strato di una sostanza bianca spugnosa che si trova sotto la buccia (albedo). Viene chiamato anche pummelo o pampaleone.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali del pomelo?

100 grammi di pomelo apportano circa 38 Calorie e contengono approssimativamente:

 

Quando non mangiare il pomelo?

A oggi non sono note interazioni tra il consumo di pomelo e l'assunzione di farmaci o altre sostanze. Vale però la pena mettere in evidenza le interazioni tra l'assunzione di farmaci o altre sostanze con il consumo di pompelmo (che è un ibrido del pomelo e, come tale, potrebbe presentare delle similitudini). Il succo di pompelmo interagisce con alcuni farmaci antipertensivi aumentandone l'effetto e il picco di concentrazione ematica; può ridurre l'assorbimento di alcuni antiallergici come l'astemizolo o aumentarne i livelli plasmatici e l'effetto, come nel caso della terfenadina; può aumentare la concentrazione sierica di alcuni sedativi, tra cui le benzodiazepine; infine può ridurre i livelli plasmatici della teofillina, farmaco broncodilatatore.

 

Stagionalità del pomelo

Il pomelo si raccoglie a febbraio.

 

Possibili benefici e controindicazioni del pomelo

Il pomelo è un alimento molto poco calorico e pressoché privo di grassi e si presta quindi a essere inserito in regimi alimentari dall'introito energetico ridotto. Ricco di vitamine, in particolare vitamina C e vitamine del gruppo B, è un frutto ideale per essere consumato da soggetti di tutte le età. Dal punto di vista del contenuto minerale, è particolarmente ricco in potassio, minerale coinvolto nella trasmissione degli impulsi nervosi e nel controllo della contrazione muscolare e della pressione arteriosa. Diversi studi attribuiscono al pomelo capacità rivitalizzanti e rinvigorenti e migliorative dell'umore. Le foglie del pomelo in decotto vengono usate come curative per ulcere e ferite.
A oggi non sono note controindicazioni al consumo di pomelo, a meno che non si soffra di allergia a questo frutto o ad altri agrumi.

 

 

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un'alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

 

 

 

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici