COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Fichi

Che cosa sono i fichi?

I fichi sono i frutti del Ficus carica, specie che si ritiene essere stata coltivata per la prima volta in Egitto. Attualmente fra i principali produttori mondiali di fichi sono inclusi la Turchia, la Grecia, il Portogallo, la Spagna e la California.

 

 

Quali sono le proprietà nutrizionali dei fichi?

100 g di fichi (parte edibile) apportano 47 Calorie ripartite come segue:

  • 88% carboidrati
  • 8% proteine
  • 4% lipidi

In particolare, 100 grammi di fichi apportano:

  • 81,9 g di acqua
  • 0,9 g di proteine
  • 0,2 g di lipidi
  • 11,2 g di zuccheri solubili
  • 2 g di fibre, di cui:
  • 0,63 g di fibra solubile
  • 1,38 g di fibra insolubile

Fra le vitamine e i minerali, 100 g di fichi apportano:

 

 

Quando non mangiare i fichi?

Il consumo di fichi può interferire con l’azione degli ossazolidinoni, molecole utilizzate come antimicrobici. Ne è un esempio il linezolid.

 

 

Stagionalità dei fichi

In Italia la stagione dei fichi inizia a giugno e prosegue fino ad agosto.

 

 

Possibili benefici e controindicazioni dei fichi

Grazie al loro contenuto in potassio i fichi possono aiutare a tenere sotto controllo la pressione del sangue. Inoltre si tratta di una buona fonte di fibre, che oltre a favorire il buon funzionamento dell’intestino possono aiutare anche a mantenere (o riportare) il peso nella norma e a combattere alcune forme di cancro.

I fichi sono però anche una fonte di ossalati, molecole che se troppo concentrate possono promuovere la formazione di calcoli. Per questo il consumo di questi frutti potrebbe essere sconsigliato in caso di problemi ai reni o alla cistifellea non controllati.

Infine, i fichi secchi possono contenere solfiti, sostanze che agiscono come conservanti ma che possono causare reazioni di intolleranza, che possono essere particolarmente gravi nel caso in cui si soffra di asma.

 

 

Disclaimer

Le seguenti informazioni rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.