COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Bergamotto

Che cos’è il bergamotto?

Il bergamotto è il frutto del Citurs bergamia, specie appartenente alla famiglia delle Rutaceae dall’origine ancora incerta. Il bergamotto è coltivato in Calabria e se ne conoscono tre varietà principali: il femminello, il castagnaro e il fantastico.

Quali sono le proprietà nutrizionali?

Il bergamotto è formato per l’80% circa di acqua. Un frutto medio apporta circa 42 Calorie e:

  • 10,7 g di carboidrati, di cui:
    • 8,48 g di zuccheri
    • 1,4 g di fibre
    • 0,65 g di proteine
  • 0,25 g di grassi, di cui:
    • 0,031 g saturi
    • 0,052 g polinsaturi
    • 0,048 g monoinsaturi
  • vitamina C (36% del fabbisogno giornaliero in una dieta da 2000 Calorie)
  • vitamina A (11% del fabbisogno giornaliero in una dieta da 2000 Calorie)
  • 133 mg di potassio
  • 2 mg di sodio
  • calcio (3% del fabbisogno giornaliero in una dieta da 2000 Calorie)
  • ferro (1% del fabbisogno giornaliero in una dieta da 2000 Calorie)

Il bergamotto è inoltre fonte di acido citrico, magnesio e flavonoidi.

 

Quando non mangiare il bergamotto?

Il bergamotto può interagire con farmaci che aumentano la sensibilità della pelle alla luce, soprattutto se utilizzato sulla pelle sotto forma di olio.

 

Periodo reperibilità/stagionalità del bergamotto

La stagione del bergamotto inizia ad ottobre e finisce a marzo.

 

Possibili benefici e controindicazioni del bergamotto

Recenti ricerche scientifiche hanno associato al bergamotto la potenziale capacità di ridurre i livelli di colesterolo LDL, quello comunemente definito “cattivo”; la sua efficacia sembrerebbe essere addirittura paragonabile a quella delle statine, farmaci di elezione per il controllo del rischio cardiovascolare. In effetti fra i benefici attribuiti al bergamotto viene citato l’aiuto nella lotta contro il colesterolo, ma sembrerebbe anche che questo agrume sia utile anche per tenere a bada i trigliceridi e, più in generale, per proteggere la salute del cuore.

In molti casi, però, i benefici cui viene fatto riferimento non derivano dal consumo alimentare del frutto, ma dall’uso dell’olio essenziale ricavato dalla sua buccia, le cui applicazioni spaziano soprattutto nei campi dell’aromaterapia e della cosmetica. 

 

Disclaimer

Le seguenti informazioni rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici