COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

TAC cerebrale

Che cos'è la TAC cerebrale?

La TAC (Tomografia Computerizzata) cerebrale è un esame diagnostico che permette di elaborare immagini di sezioni anatomiche attraverso i raggi X. Si ottengono in questo modo immagini del cranio e dell’encefalo.
Un tubo radiogeno, montato in una struttura aperta davanti e dietro, ruota attorno al paziente sdraiato su un lettino. Le informazioni vengono raccolte da un computer che elabora le immagini leggibili in tutti i piani dello spazio.

 

A cosa serve la TAC cerebrale?

La TAC cerebrale consente di compiere indagini per lo studio e la valutazione in caso di:

  • Ictus o altre lesioni di genesi vascolare.
  • Traumi (per valutare la presenza di lesioni che possano richiedere uno specifico intervento terapeutico).
  • Neoplasie primitive o secondarie.
  • Demenze (per escludere, in assenza di altri sospetti diagnostici, altre patologie che possano causare un quadro di demenza).
  • Controllo nel tempo di pazienti con patologie neurologiche non stabilizzate (quindi ictus in fase acuta o subacuta o traumi recenti).
  • Controllo in pazienti con idrocefalo.
  • Malattie infiammatorie.

 

Come funziona la TAC cerebrale?

Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all'interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TAC è in media circa 5 minuti.

 

Sono previste norme di preparazione?

L'esame può essere eseguito senza e con la somministrazione del mezzo di contrasto iodato endovena.
Il paziente deve rimanere a digiuno da cibi solidi nelle sei ore precedenti all'esame se viene eseguito con mezzo di contrasto. È consentita una normale idratazione con acqua naturale.
È necessario sottoporsi a esami del sangue per verificare la funzionalità renale ed epatica e dunque, la capacità del paziente stesso di eliminare il mezzo di contrasto. Non devono essere sospese eventuali terapie farmacologiche e, in particolare, quelle abituali per l’ipertensione.
Tutte le informazioni specifiche vengono fornite al momento della prenotazione.

 

Chi può effettuare la TAC cerebrale?

L’utilizzo del mezzo di contrasto può essere controindicato nel caso di precedente reazione allergica o insufficienza renale grave. In caso di allergia al mezzo di contrasto è opportuni informare il radiologo del curante.
La TAC è controindicata nelle donne in gravidanza.

 

La TAC cerebrale è pericolosa o dolorosa?

L’esame è generalmente indolore. Il paziente avvertirà soltanto un leggero rumore connesso al funzionamento del macchinario. L'unico disagio corrisponde all'iniezione del mezzo di contrasto, iniettato via endovenosa, che può far avvertire una sensazione di calore. La macchina per la TAC è un tubo aperto e di regola non provoca problemi di claustrofobia.