COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Ecografia del seno

Che cos'è?

È un esame di diagnostica per immagini, non invasivo, per lo studio del parenchima mammario e dei cavi ascellari, che si basa sull'utilizzo di ultrasuoni e serve a diagnosticare prevalentemente nodularità di significato benigno o maligno della ghiandola mammaria, l'infiammazione del parenchima ed eventuali alterazioni dei linfonodi del cavo ascellare.

A cosa serve?

L'ecografia della mammella non è un esame di screening. Su indicazione del medico, serve primariamente a completare l'accuratezza diagnostica della mammografia e a migliorarne la sensibilità, oppure nelle pazienti giovani ( con meno di 40 anni) come completamento diagnostico alla visita senologica, per la sua particolare idoneità allo studio delle mammelle di tipo ghiandolare denso, tipiche delle donne giovani.

È necessaria una preparazione prima dell'esame?

Non è prevista alcuna norma di preparazione.

Chi può effettuare l'esame?

Tutte le donne. Nelle giovani per lo studio del parenchima ghiandolare e di eventuali noduli, dopo i 40 anni come completamento della mammografia. L'esame non è controindicato in gravidanza ma è sconsigliato in tale condizione per l'aumentata densità del parenchima nel periodo di gestazione, più che altro si suggerisce per caratterizzare la lesioni clinicamente apprezzabili.

È un esame doloroso o pericoloso?

Si tratta di un esame assolutamente innocuo e certamente non doloroso, che potrebbe determinare solo un lieve fastidio nelle pazienti particolarmente sensibili.

Come funziona?

La paziente si sdraia in posizione supina con le mani dietro la testa. L'esame viene effettuato con una sonda ad alta frequenza appositamente studiata per i tessuti molli. Fra sonda e cute viene applicato un gel poiché l'aria interposta bloccherebbe gli ultrasuoni.
La procedura completa dura circa 15 minuti.